Connect with us

Economia

Fiere: è record per We Make Future, in edizione 2024 oltre...

Published

on

Fiere: è record per We Make Future, in edizione 2024 oltre 70.000 presenze da 90 Paesi

Un appuntamento ormai imperdibile per big tech, brand, startup, professionisti, ONP e innovatori

Fiere: è record per We Make Future, in edizione 2024 oltre 70.000 presenze da 90 Paesi

Bologna, 18 giu. -

Si è conclusa l’edizione 2024 di WMF - We Make Future, Fiera Internazionale e Festival sull’Innovazione AI, Tech & Digital tenutasi dal 13 al 15 giugno presso BolognaFiere. La tre giorni, ideata e organizzata da Search On Media Group, si è confermata epicentro globale di opportunità e sviluppo futuro: un appuntamento imperdibile per big tech, brand, startup, professionisti, ONP e innovatori che ha registrato oltre 70.000 presenze da più di 90 Paesi e riunito 700 espositori e sponsor, più di 1.000 speaker, oltre 130 rappresentanti istituzionali e più di 3.000 startup e open innovation stakeholder.

“Anno dopo anno il WMF opera sempre più come piattaforma globale di incontro, scambio e costruzione del futuro. È uno strumento e un’opportunità di cui c’è richiesta a livello internazionale e il successo record di questa edizione lo dimostra” spiega Cosmano Lombardo, Founder e CEO di Search On Media Group e ideatore del WMF “sono moltissimi gli attori che durante la costruzione dell’evento ci hanno chiesto opportunità di confronto con mercati e soggetti altrimenti difficili da raggiungere. Insieme a ognuno di loro abbiamo lavorato per costruire una piattaforma che mettesse in connessione davvero il mondo intero, creando nuove sinergie a ogni latitudine“ e conclude “è stato chiaramente un grande investimento per noi come Search On, sia in termini di impegno e risorse, che in termini economici, ma siamo contenti di aver mantenuto la manifestazione qui in Italia, nel nostro Paese, portandola ad essere snodo cruciale e globale di innovazione per la tre giorni. Ci auguriamo che questa edizione da record sia l’inizio di un percorso sempre più condiviso e collettivo”.

Il WMF, unica fiera internazionale certificata in Italia sull’innovazione, ha visto come Main Sponsor Ford Italia e ha goduto del patrocinio della Regione Emilia - Romagna e di: Rai Regione Emilia - Romagna, Ufficio scolastico regionale per l'Emilia-Romagna, ADCI - Art Directors Club Italiano e ha visto come Main Partner Ministero del Turismo e Visit Emilia-Romagna.

Una tre giorni dunque all’insegna della condivisione di conoscenza e del business globale, con attori provenienti da Europa, Africa, America del Nord e del Sud, Asia e Medio Oriente, ma anche all’insegna di prospettive di sviluppo future che procedano dagli strumenti dell’innovazione tecnologica e digitale, intelligenza artificiale in testa. Centinaia infatti gli eventi di formazione, business, networking, show e intrattenimento che hanno coinvolto i partecipanti e aziende per esplorare opportunità nei diversi mercati e sinergie nell’ecosistema internazionale dell’innovazione.

Confermato come appuntamento annuale d’obbligo per brand, startup, aziende e in generale realtà attive nel mercato dell’innovazione globale, il WMF 20204 ha accolto più di 700 espositori e sponsor generando durante la tre giorni proficui incontri di business tra gli oltre 90 Paesi coinvolti.

Ben 14 i padiglioni internazionali che hanno accolto e illustrato ai visitatori le principali innovazioni nazionali e le opportunità di collaborazione, tra questi anche i padiglioni di Germania, Repubblica Dominicana, Ucraina, Africa, Francia, Albania, UK, Bulgaria, Spagna e quello della Svizzera, premiato Paese innovativo dell’anno. Anche sul fronte startup, oltre 3.000 insieme agli stakeholder dell’open innovation, importanti le opportunità di visibilità, sviluppo e business offerte dalla manifestazione. Ogni padiglione ha infatti offerto spazi e momenti dedicati all’esposizione e alla presentazione dei progetti innovativi, attraverso palchi appositi ed eventi esclusivi di networking ma anche alle aree B2B che hanno accolto centinaia di incontri di business tra startup e investitori, fondi di investimento e incubatori. Da segnalare anche la presenza di oltre 80 delegati coinvolti nella manifestazione da ICE - Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane, grazie alla sinergia di più di 16 uffici esteri. Presenti in fiera anche 17 camere di commercio italiane all’estero, tra cui Mendoza, Houston, Lione e Dubai con lo stand intercamerale di Assocamerestero.

Quantomai ampia anche la partecipazione istituzionale al WMF 2024 che ha visto coinvolti durante le tre giornate anche Adolfo Urso, Ministro delle Imprese e del Made in Italy, intervenuto con un videomessaggio dal Mainstage, il Viceministro delle Imprese e del Made in Italy Valentino Valentini, ma anche il Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, il Rappresentante speciale UE per la regione del Golfo Luigi di Maio, l’Onorevole Brando Benifei, e il Sindaco di Bologna Matteo Lepore. Una tre giorni che ha costituito, grazie all’evento verticale GovTech Summit, un momento proficuo d’incontro e confronto tra istituzioni, società civile, aziende e startup. Tra le istituzioni presenti anche la Direzione Generale CONNECT della Commissione Europea, European Investment Bank, il Garante della protezione dei dati personali e il Parlamento Europeo, protagonisti di un panel che li ha visti dialogare con le big tech Open AI e Google sul caldissimo tema Data Protection & AI. Da segnalare, inoltre, la presenza in Area Fieristica del MIMIT - Ministero delle Imprese e del Made in Italy, del Mic - Ministero della Cultura ma anche della Regione Calabria, della Regione Puglia, della Regione Basilicata e di Data Valley, l’ecosistema innovativo della Regione Emilia-Romagna.

È come sempre il Mainstage a catalizzare i principali momenti di scoperta e divulgazione culturale in grado di proiettare i partecipanti in un futuro sempre più vicino: tra i temi esplorati quest’anno Intelligenza Artificiale, grazie a esperti del calibro di Nestor Maslej, Alec Ross ed Emma Redmond di Open AI, ma anche robotica con ErgoCub, il robot nato dalla collaborazione di IIT e Inail, legalità con la giornalista d’inchiesta Floriana Bulfon e i Procuratori Nicola Gratteri e Giuseppe Lombardo, e ancora sostenibilità, accessibilità, creator economy e giornalismo di cui si è ampiamente discusso con ospiti come Enrico Mentana, Milena Gabanelli e Alan Friedman.

Non sono mancati momenti di spettacolo con le performance artistiche a cura del gruppo di ballerini sordi The Silent Beat, dei Performer LIS di RAI Accessibilità e degli Psycodrummers ma anche di autorevoli voci del mondo della musica, con artisti del calibro di Manuel Agnelli, Fatoumata Diawara, Dardust, GAIA, Colapesce Dimartino, Kenobit, Santino Cardamone e Mimmo Cavallaro. Sempre sul Mainstage anche numerosi rappresentanti di aziende e realtà come Open AI, Intel, AI Index Institute di Stanford University, IIT - Istituto Italiano di Tecnologia, Google, Commissione Europea, Monge, 3Bmeteo, WWF, Emergency e molti altri: tutte voci in grado di offrire una visione prospettica del futuro che, come ecosistema globale, stiamo costruendo attraverso gli strumenti dell’innovazione.

Più di 700 gli interventi di formazione offerti durante la tre giorni grazie alla partecipazione di oltre 1.000 speaker da tutto il mondo. Tra i pilastri valoriali che conducono da sempre l’azione del WMF, anche quest’anno la formazione ha giocato un ruolo centrale confermando l’evento come riferimento internazionale per lo sviluppo del settore AI & Digital - Tech. Sugli oltre 90 stage formativi del WMF 2024, tradotti in 10 lingue e dedicati all’analisi di tutti i principali temi dell’innovazione tecnologica e digitale ma anche sociale, anche esperti del calibro di Matt Navarra, Artur Mosiak (Google), Sergio Barile (La Sapienza), Jean Gabriel Ganascia (Università Sorbona), Abran Maldonado (Open AI), Donata Columbro, Umberto Basso, Matteo Mille, Aliya Grig. Tra i temi analizzati sugli stage anche intelligenza artificiale, aerospace, coding, digital marketing, turismo, advertising, data e analytics, machine learning, cybersecurity, investment e fundraising, open innovation, social media, work & HR, smart cities e molto altro.

Tra gli sponsor ed espositori del WMF 2024 anche: Ford Italia, Main sponsor del WMF 2024, MiC -Ministero della Cultura, MIMIT - Ministero delle Imprese e del Made in Italy, HAI (Human-Centered AI Institute) di Stanford University, Intel, ESA - European Space Agency, Amazon, Monge, Qonto, Bocconi, Invitalia, Globant, PwC Italia, Exelab, Aruba, TikTok, Emergency, Rai Pubblica Utilità, Serverplan, Clust - ER, Regione Basilicata, Amperry, IT.COM, SAP, Netval e Knowledge Share, PNI, LegaCoop ,EURID, Netsons, 3b METEO, Data Valley, Opstart, Fondazione Amaldi, Sensation Profumerie. Tra i media partner anche Studio 54 Network, RDS, RDS Next, IgersItalia. E per la prossima edizione è già fissato l'appuntamento sempre a Bologna, presso BolognaFiere, dal 5 al 7 giugno 2025.

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Economia

Webuild, da inizio anno nuovi ordini a 7,5 miliardi, oltre...

Published

on

Webuild, da inizio anno nuovi ordini a 7,5 miliardi, oltre 65% degli attesi per il 2024

Da inizio anno Webuild ha acquisito 7,5 miliardi di nuovi ordini, già oltre il 65% degli ordini attesi per l’intero 2024. Il Consiglio di amministrazione del gruppo ha approvato la relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2024 ed esaminato i dati consolidati.

''Continuando a focalizzarsi sulla costruzione di infrastrutture altamente complesse e innovative, Webuild si è aggiudicata la realizzazione di nuovi ordini tra cui la costruzione di tre dighe in Arabia Saudita, parte del progetto 'Neom', oltre che la progettazione ed esecuzione di 4 stazioni sotterranee e 6 opere funzionali della tratta ovest della linea 15 del Grand Paris Express'', si legge in una nota.

Continue Reading

Economia

Italia-Cina, nel 2024 interscambio in calo: aumentano...

Published

on

Quest'anno l'Italia è il 22mo mercato di destinazione dell'export di Pechino che copre l'8,1% dei nostri acquisti ed è il terzo paese fornitore

Italia-Cina, nel 2024 interscambio in calo: aumentano investimenti Pechino

E' un rapporto - dal punto di vista economico - forte ma storicamente squilibrato sul fronte commerciale, quello che lega Italia e Cina: per capirlo, basti pensare che nei soli primi cinque mesi del 2024 le nostre esportazioni verso Pechino sono ammontate a 6,574 miliardi a fronte di 19,699 miliardi di importazioni.

Esportiamo molto - dunque - verso la Cina (che assorbe il 2,5% del totale ed è l'11mo mercato per le nostre vendite) ma importiamo molto di più: in questo 2024 infatti l'Italia è il 22mo mercato di destinazione dell'export di Pechino che copre l'8,1% dei nostri acquisti ed è il terzo paese fornitore. Guardando ai dati 2023, il 22,9% delle nostre esportazioni verso la Cina (4,39 mld) è rappresentato da articoli farmaceutici e chimico medicali, mentre il 21% (4 mld) è rappresentato da prodotti tessili, di abbigliamento, pelli e accessori, al terzo posto col 19,5% per 3,73 mld macchinari e apparecchi. Quanto alle importazioni da Pechino, la quota più consistente (il 22,7% pari a ben 10,8 miliardi) è rappresentata da un generico 'altro' mentre il 16,6% per 7,89 miliardi sono computer e apparecchi elettronici, seguiti col 13,6% e 6,49 miliardi di apparecchi elettrici.

In realtà il dato dell'interscambio commerciale è piuttosto altalentante (anche per via della pandemia): se nel 2022 era balzato a 74,29 miliardi di euro (+37%) con una crescita delle importazioni da Pechino del 50%, lo scorso anno è sceso del 10,1% a 66,76 miliardi con i nostri acquisti dalla Cina scesi del 17,8% mentre le nostre esportazioni sono aumentate del 16,8% a 19,2 miliardi di euro.

A livello settoriale tra i cinque principali comparti per quota di export italiano in Cina risultano crescita rispetto allo stesso periodo del 2022, il settore farmaceutico (+192,1%), il comparto del tessile e l’abbigliamento (+14%) e quello dei macchinari (+0,9%); in flessione il settore delle sostanze e prodotti chimici (-11,4%) e quello dei mezzi di trasporto (-26,5%).

Percentualmente tuttavia anche i primi cinque mesi del 2024 registrano un segno meno: l'interscambio si attesta a 26,26 miliardi con una riduzione annua del 13% sui 20,2 miliardi dello stesso periodo dello scorso anno.

Interessante il dato degli investimenti diretti esteri (Ide) fra i due paesi: se lo stock a fine 2023 era di 15,043 miliardi di Ide netti italiani in Cina e di soli 2,777 miliardi quelli cinesi nel nostro paese, nello scorso anno in realtà, i nostri Ide si sono fermati (anzi con un calo di 26 milioni di euro) mentre quelli cinesi sono cresciuti ancora di 330 milioni.

Ma le cifre non raccontano tutto: infatti sin dal 2004, i rapporti diplomatici tra Italia e Cina sono inquadrati in quello che viene definito “partenariato strategico globale”. In altre parole, l’estensione delle collaborazioni in atto non si limita al solo ambito strettamente bilaterale, sia esso politico, economico-commerciale o culturale, ma coinvolge anche la trattazione di tematiche globali, il rapporto UE-Cina, le questioni multilaterali. Nel 2020 si è inoltre celebrato il 50mo anniversario delle relazioni diplomatiche bilaterali fra Italia e Cina.

La Cina - spiega il portale infoMercatiEsteri curato dalla Farnesina - "è una destinazione strategica per il nostro export, con un potenziale di crescita ancora inesplorato". Riguardo agli investimenti italiani in Cina, si sottolinea, "rimane prioritaria la ricerca dell’ottenimento di una genuina parità di trattamento (level playing field) e tutela della proprietà intellettuale per gli operatori economici stranieri. Sul piano dell’attrazione di investimenti cinesi produttivi in Italia, i numeri attuali indicano come permangano ampi margini di sviluppo, in particolare nei settori collegati al raggiungimento degli obiettivi connessi alla mobilità sostenibile".

Continue Reading

Economia

HSBC Australia, stop alle transazioni verso gli exchange...

Published

on

Foto di Dan Nelson

Tra crisi e prospettive di rilancio, questi mesi sono decisivi per il futuro del settore fintech. Con le loro ultime iniziative, le banche australiane sembrano assecondare decisamente la prima tendenza. L’ultima ad adottare provvedimenti nel senso di una generale riduzione delle attività connesse al comparto è la filiale locale di HSBC, colosso bancario con sede a Londra. L’istituto di credito ha infatti annunciato il blocco imminente di tutte le transazioni verso gli exchange cripto, sulla base di considerazioni di ordine legale.

Continue Reading

Ultime notizie

Sport22 minuti ago

Parigi 2024, attesa per la cerimonia inaugurale: numeri e...

Pronta a scendere in campo la folta delegazione italiana, di cui però non fa parte Jennik Sinner In attesa della...

Sport35 minuti ago

Atp Kitzbuhel, Berrettini in semifinale: De Alboran ko in...

Si ferma invece ai quarti di finale la corsa di Lorenzo Sonego sulla terra rossa croata di Umag Matteo Berrettini...

Politica1 ora ago

Referendum, ora le firme si raccolgono anche online: al via...

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto che ne prevede l'attivazione. il Nordio: "Innovazione cruciale a supporto della democrazia" Da oggi...

Esteri1 ora ago

Usa, Trump: “Biden fatto fuori con golpe interno ai...

Per il Tycoon "Obama, Pelosi e qualche altro l'hanno costretto ad uscire dalla corsa". Con Harris si riduce il vantaggio...

Economia1 ora ago

Webuild, da inizio anno nuovi ordini a 7,5 miliardi, oltre...

Da inizio anno Webuild ha acquisito 7,5 miliardi di nuovi ordini, già oltre il 65% degli ordini attesi per l’intero...

Economia2 ore ago

Italia-Cina, nel 2024 interscambio in calo: aumentano...

Quest'anno l'Italia è il 22mo mercato di destinazione dell'export di Pechino che copre l'8,1% dei nostri acquisti ed è il...

Economia2 ore ago

HSBC Australia, stop alle transazioni verso gli exchange...

Tra crisi e prospettive di rilancio, questi mesi sono decisivi per il futuro del settore fintech. Con le loro ultime...

Cronaca2 ore ago

Giubileo 2025, il Dicastero per l’Evangelizzazione sceglie...

Il brand di trasporto passeggeri ha ideato un’offerta di sharing mobility, guidata dall’etica della sostenibilità, per soddisfare le esigenze di...

Tecnologia2 ore ago

Apple Maps arriva sul web: guida alle nuove funzionalità

Apple ha annunciato che nei prossimi mesi verranno introdotte ulteriori funzionalità, come "Guardati intorno" Apple Mappe è disponibile sul web....

Cronaca2 ore ago

Sesso, allarme malattie: impennata di Hiv, sifilide,...

Infettivologo Gori: "Infezioni in grandissimo aumento in Italia" A lanciare un monito, a inizio giugno, era stato proprio il Centro...

Esteri2 ore ago

Israele, Harris condanna le proteste pro-Gaza: “Gesti...

La vice presidente Usa ringrazia Biden e promette battaglia: "È lotta per libertà fondamentali". Si riduce il vantaggio di Trump...

Cronaca2 ore ago

“Trascurare l’Italia a Bruxelles può...

“Guardare al mondo come esso è e non come vorremmo che fosse. Adottando il parametro dell’interesse nazionale”. Questo il senso...

Cronaca2 ore ago

Sanità, Marino (Unindustria): “Dl liste attesa primo...

Il vicepresidente sezione Sanità: "Fiduciosi che il ministro Schillaci non perderà l'occasione per risultato epocale" "Accogliamo con favore e fiducia...

Spettacolo3 ore ago

Musica, standing ovation per l’Accademia Santa Sofia...

Standing ovation ieri sera per l’Accademia di Santa Sofia all'Anfiteatro romano di El Jem in Tunisia. La compagine orchestrale, ospite...

Lavoro3 ore ago

Milano, ieri a San Siro festa aziendale di Deloitte con...

Dopo una serie di concerti che hanno visto esibirsi tra gli altri anche Taylor Swift, Vasco Rossi, Zucchero e Travis...

Economia3 ore ago

Trump contro le auto elettriche e Musk lo appoggia: cosa ha...

Per il miliardario il taglio agli incentivi che il candidato repubblicano alla Casa Bianca vorrebbe applicare sarebbe irrilevante Mentre i...

Lavoro3 ore ago

Nasce la ‘Tornanza’, progetto per gli expat che...

Un libro, un podcast, un festival ma anche un hub e un’academy: il progetto di Antonio Prota e Flavio Albano...

Esteri3 ore ago

Vance e ‘la gattara’ Harris, la reazione di...

Continua a far discutere la presa di posizione contro le donne senza figli del potenziale prossimo vicepresidente degli Stati Uniti...

Tecnologia3 ore ago

Poste: l’Assistente Digitale da cinque anni al servizio dei...

Ha intercettato circa 80 milioni richieste. Con l’ausilio dell’intelligenza artificiale, oggi supporta l’assistenza clienti su tutti servizi del Gruppo Poste...

Economia3 ore ago

Presentata a Piacenza Hydrogen Expo 2024

Manifestazione in programma dall’11 al 13 settembre E' stata presentata oggi nella Sala conferenze di Confindustria Piacenza la 3ª edizione...