Connect with us

Salute e Benessere

Digital Neuro Hub, a Treviso il futuro della neurologia tra...

Published

on

Digital Neuro Hub, a Treviso il futuro della neurologia tra telemedicina e Ia

Dal 13 al 16 giugno all’H-Farm di Roncade un percorso di quattro giorni di formazione qualificata promosso da Sin e Biogen

Digital Neuro Hub, a Treviso il futuro della neurologia tra telemedicina e Ia

Sanità digitale, intelligenza artificiale, telemedicina, gestione da remoto dei pazienti, wearable devices: come si applica tutto questo alla neurologia di oggi e di domani? E che sfide comporta per una disciplina che, al pari e forse più delle altre aree medico-sanitarie, ha la necessità di continuare a rafforzare il proprio ruolo nel sistema sanitario e nella gestione e presa in carico di malattie caratterizzate da un elevato grado di complessità e cronicità? Queste le domande al cuore di Digital Neuro Hub, in programma dal 13 al 16 giugno presso l’H-Farm di Roncade (Treviso), un percorso di quattro giorni di formazione qualificata, esperienziale e interattiva sulla digital health applicata alla neurologia, nato dalla partnership tra la Società italiana di neurologia (Sin) e Biogen, azienda internazionale leader nel campo delle biotecnologie.

Le finalità del programma - riporta una nota - sono in linea con il più ampio e trasversale impegno per la digitalizzazione del sistema sanitario in atto attraverso il Pnrr, la cui componente 1 della Missione Salute è specificatamente dedicata al miglioramento della presa in carico delle persone con patologie croniche, tra cui molte malattie neurologiche. Digital Neuro Hub rappresenta dunque un ulteriore strumento a supporto di una piena e concreta transizione verso il digitale, nella convinzione condivisa che la digitalizzazione sia il pilastro fondamentale per una ripresa resiliente del sistema salute dopo la pandemia che deve e può portare a un miglioramento dell’assistenza sanitaria nel suo complesso.

Digital Neuro Hub è interamente dedicato all’ampliamento delle competenze e conoscenze in rapporto all’innovazione tecnologica, con l’obiettivo ultimo di migliorare la salute e la qualità di vita di chi vive con malattie neurologiche croniche e complesse. Un compito di fondamentale rilevanza, soprattutto considerando che, secondo le stime più recenti , ben il 43% della popolazione mondiale è interessata da disturbi neurologici (percentuale pari a circa 3,4 miliardi di individui) e che l’impatto di queste malattie a livello globale ha superato quello delle patologie cardiovascolari. Si tratta del primo summit che porta alla Certificazione in Neurologia Digitale: al termine del percorso tutti i partecipanti dovranno sostenere un esame per ottenere un’attestazione basata su un sistema di standard oggettivi e internazionalmente riconosciuti (Iso).

Quattro giorni di incontri, talk e workshop che riuniscono i principali esperti di digital health e neurologia del nostro Paese, per delineare un percorso comune verso un nuovo paradigma per il sistema salute, analizzando le possibilità e leve che il digitale offre per migliorare l’accesso all’assistenza sanitaria da parte di chi vive con malattie neurologiche complesse. "Sono convinto che la digitalizzazione della neurologia rappresenti l’unica possibile soluzione per garantire a cittadini e cittadine una presa in carico efficiente e sostenibile in presenza di disturbi neurologici, che sappiamo essere particolarmente complessi da gestire - spiega Alessandro Padovani, presidente di Sin - Digital Neuro Hub ha proprio l’obiettivo di formare i neurologi e le neurologhe di oggi e di domani, per fornire loro le competenze necessarie per concretizzare i vantaggi del digitale. Si tratta di un’opportunità, quella fornita dalla digitalizzazione in sanità, che la neurologia in particolare deve essere pronta a cogliere".

Digital Neuro Hub, oltre a definire in modo programmatico e strutturato i requisiti che i neurologi devono acquisire per un corretto utilizzo degli strumenti digitali - si legge - mira a sviluppare un vero e proprio manuale operativo per chi si interfaccerà con queste nuove tecnologie. Un programma quindi che porterà sviluppi tangibili, con un approccio che evidenzia le necessità concrete di applicazione del digitale nella pratica clinica e in generale nella presa in carico delle persone con malattie neurologiche. Il tutto ponendosi in continuità e dialogo con l’operato di Agenas, che nel suo ruolo di Agenzia nazionale per la sanità digitale, ha proprio l’obiettivo di rendere diffuso e uniforme sul territorio nazionale l’utilizzo del digitale, facilitando la presa in carico e la deospedalizzazione e potenziando la qualità delle cure di prossimità.

"Insieme a Biogen, attraverso il programma Digital Neuro Hub, abbiamo deciso di investire nel futuro della disciplina, coinvolgendo innanzitutto i giovani specialisti, i neurologi e le neurologhe di oggi e di domani – spiega Padovani - Si tratta di un’azione concreta volta a fornire loro le competenze e gli strumenti necessari per introdurre e consolidare le innovazioni nell’ambito della e-Health e dell’intelligenza artificiale nella propria attività, rapportandosi efficacemente e rimanendo inseriti nell’ecosistema complesso della Neurologia in Italia e nel mondo".

"Come azienda che, da oltre 40 anni, è pioniera nel campo delle neuroscienze, siamo assolutamente consapevoli delle complessità a livello scientifico, clinico ma anche gestionale e organizzativo che caratterizzano le malattie neurologiche. E proprio per questo riteniamo che la neurologia possa rappresentare un esempio paradigmatico, un modello da seguire anche per altre discipline medico-sanitarie - sottolinea Giuseppe Banfi, Amministratore Delegato di Biogen Italia - Il programma Digital Neuro Hub, sviluppato in partnership con Sin, testimonia il nostro impegno nel favorire l’adozione, da parte di tutti gli attori coinvolti nel mondo della neurologia, di un approccio multidisciplinare e sempre aperto al dialogo e all’ampliamento della conoscenza e delle competenze all’interno della comunità scientifica".

"Dare accesso ad una formazione aggiornata, esperienziale e interattiva ai giovani protagonisti della neurologia è un modo per rispondere ai bisogni delle persone che vivono con disturbi complessi e spesso cronici, accogliendo le loro esigenze di oggi e preparando i professionisti a rispondere alle loro necessità di domani. Un obiettivo che risponde perfettamente alla nostra missione come azienda, mettere la scienza al servizio dell’umanità" conclude.

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Salute e Benessere

L’esperto Testori: “Cure dentali accessibili a tutti...

Published

on

Sul nuovo corso di laurea in odontoiatria all’Ucbm, ‘tutti i presupposti per formazione tecnologica etica ed empatica’

L’esperto Testori:

“Rendere la cura dei denti accessibile a tutti nel nostro Paese è una tematica molto importante e può aversi grazie all’efficienza dei piani di trattamento e alla digitalizzazione. Aumentando l’efficienza del trattamento si possono ridurre i costi per la popolazione, ma bisogna pensare in modo diverso e cioè che la nostra è una professione di servizio dove i guadagni dovrebbero essere commisurati al reale beneficio che noi diamo. Una regolarizzazione delle tariffe che il paziente dovrà pagare, è sicuramente benaccetta dalla popolazione”. Lo ha detto Tiziano Testori, Adjunct Clinical Associate Professor, Department of Periodontics and Oral Medicine, University of Michigan all’Adnkronos, intervenendo oggi a Roma all’incontro ‘Odontoiatria e protesi dentaria: quali competenze e professionalità oggi e domani?’ Organizzata all’Università Campus Bio-medico (Ucbm) di Roma.

“Il nuovo corso in odontoiatria che partirà nell’università Campus bio-medico di Roma - aggiunge Testori - ha tutti i presupposti per formare una nuova figura di odontoiatra, un medico, che sia allo stesso tempo tecnologico, etico, empatico ed infine possa essere al passo con i tempi per curare le persone. Le competenze e le professionalità di domani nel campo dell’odontoiatria - chiarisce - si possono sintetizzare in tre punti”. Il primo è “l’ibridizzazione delle competenze. Questo significa che, come medici odontoiatri, dobbiamo inserire le nuove tecnologie e i giovani; il secondo punto riguarda il non perdere il sapere medico perché si potrà essere il più grande odontoiatra digitale, ma senza conoscere le scienze di base non si potrà mai essere bravo; infine, l’umanizzazione e cioè imparare l’empatia proattiva e l’eticità. Quest’ultima - conclude Testori - dovrebbe essere insegnata nel curriculum studi di tutte le università italiane. In questo modo un medico odontoiatra cura e non ‘aggiusta’ i denti della popolazione”.

Continue Reading

Salute e Benessere

Ghirlanda (Andi): “Nel cambio generazionale nuovi...

Published

on

Il presidente del sindacato, ‘solo 1 giovane professionista su 4 ambisce ad aprire un suo studio’

Ghirlanda (Andi):

“Il futuro dell’odontoiatria in Italia è roseo: si continuerà a lavorare per assistere il paziente. Il messaggio deve essere sempre più in chiave di prevenzione e di welfare con un modello organizzativo della professione che declinerà sempre di più verso l’associazionismo e l’aggregazione. In questo momento solamente il 25% dei giovani professionisti ambirebbe ad aprire una propria attività come titolare di studio. In questo contesto, come sindacato, siamo assolutamente convinti che dalle università devono arrivare risposte molto importanti perché, soprattutto oggi, che si parla di laurea abilitante, il futuro professionista deve assumere tutte le capacità teoriche e manuali che solo le università possono essere in grado di poter garantire”. Lo ha detto Carlo Ghirlanda, presidente dell’Associazione nazionale dentisti italiani (Andi) all’Adnkronos nel corso dell’incontro ‘Odontoiatria e protesi dentaria: quali competenze e professionalità oggi e domani?’, che ha riunito i massimi esperti del settore all’Università Campus Bio-medico di Roma dove nei prossimi mesi partirà un nuovo corso di laurea.

Tanti i temi emersi nel corso dell’evento. Uno su tutti il cambio generazionale. Secondo l’Andi oggi, nel nostro Paese, l’età media dei dentisti supera i 50 anni e si stima che circa 10 mila professionisti raggiungeranno la pensione nei prossimi 10 anni. Al rischio della mancanza di professionisti si è quindi aggiunta la questione demografica nazionale e l’accesso dei laureati alla professione, la democratizzazione delle cure, la modernità e la qualità degli studi dentistici in prospettiva, l’introduzione e l’utilizzo delle nuove tecnologie nelle cure.

“L’odontoiatria - ha aggiunto Ghirlanda - è una disciplina di prossimità, quindi, dobbiamo essere presenti in ogni area del paese e non solo nelle aree urbane. Solo in questo modo si consente un rapporto di cura e prevenzione del paziente che solamente un modello diffuso può esercitare. Speriamo che questo nuovo corso di laurea che nasce al Campus Bio-medico possa dare un nuovo impulso alla formazione, alla creazione di consapevolezza e di coscienza da parte di giovani professionisti nella direzione che noi auspichiamo - ha concluso il presidente Andi - Si tratta di un corso che potrebbe essere anche foriero di una nuova identità dell’odontoiatria in termini di rapporto con il territorio e con le persone. Inoltre, potrebbe anche essere motivante rispetto a quelle generazioni che forse hanno bisogno di qualche ambizione in più, rispetto a quelle che oggi vediamo”.

Continue Reading

Salute e Benessere

Di Lazzaro (Ucbm): “Odontoiatria italiana eccellente...

Published

on

All’evento del Campus Bio-medico il preside dell’Ateneo, ‘il nostro corso di laurea è a elevatissimo contributo tecnologico’

Di Lazzaro (Ucbm):

“L’odontoiatria italiana rappresenta un’eccellenza nel mondo e abbiamo numerose scuole di altissimo livello in Italia. Tuttavia, la domanda di iscrizione ai corsi di odontoiatria non ha una risposta ancora sufficiente e molti nostri ragazzi sono costretti a studiare all’estero. Inoltre, vi è una domanda del mercato del lavoro per cui è necessario far crescere l’offerta formativa. Per queste ragioni, il campus biomedico ha deciso di aprire un corso di laurea che si va ad affiancare agli altri corsi di laurea della facoltà di medicina”. Così Vincenzo Di Lazzaro il preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Campus Bio-medico (Ucbm) di Roma, spiega all’Adnkronos Salute l’importanza del nuovo corso di laurea che parte in autunno, in occasione dell’incontro ‘Odontoiatria e protesi dentaria: quali competenze e professionalità oggi e domani?’ tenutosi oggi all’Ucbm.

“Il corso di laurea che inizierà nel Campus Bio-medico di Roma ha le peculiarità degli altri corsi di della facoltà di medicina tra cui: un elevatissimo contributo tecnologico perché la tecnologia oggi è al centro della pratica della medicina. I professionisti della salute, infatti, devono essere i protagonisti della tecnologia e devono essere in grado di svilupparne di nuove per poter curare sempre meglio i pazienti - continua Di Lazzaro - Inoltre, per quanto riguarda gli odontoiatri, molto spesso sono dei liberi professionisti e quindi c’è l’idea di dare anche delle capacità gestionali affinché possano gestire in maniera autonoma e completa la propria attività. Infine, la visione del Campus Bio-medico è di dare una formazione completa e, infatti, crediamo anche in una formazione umanistica per poter considerare non soltanto l’organo che stiamo curando, ma la persona”.

Sicuramente “in questo corso raccoglieremo le migliori esperienze non solo accademiche, ma anche dei professionisti visionari che abbiamo nei Italia nel campo odontoiatrico - conclude Di Lazzaro - In questo modo riusciremo ad aprire quegli scenari nuovi che possono portare i nostri professionisti a essere in grado di curare sempre meglio i pazienti, venendo incontro alle esigenze della popolazione”.

Continue Reading

Ultime notizie

Cronaca13 minuti ago

Mangiare male aumenta i costi sanitari

Nel 2023 l'eccesso di peso, in Italia, ha interessato il 46,4% della popolazione di maggiore età̀ Mangiare male costa a...

Cronaca16 minuti ago

Omicidio Mollicone, assolti in Appello i Mottola e i due...

La 18enne è stata uccisa ad Arce nel luglio del 2001 Omicidio Mollicone, assolti in Appello i Mottola e i...

Demografica22 minuti ago

Europei di calcio 2024, boom della prostituzione in Germania

Il mestiere più antico del mondo e lo sport (secondo alcuni) più bello del mondo. Un’accoppiata che non è forse...

Cronaca30 minuti ago

Vacanze, nel fine settimana traffico intenso: i consigli...

Giornate di traffico intenso, con situazioni da bollino giallo o rosso, a partire da questo weekend e per i successivi...

Cronaca37 minuti ago

Nuovo nomenclatore tariffario, torna il dialogo tra Uap e...

Incontro al dicastero, Mariastella Giorlandino 'sono sicura che nascerà una collaborazione' Riparte il dialogo, con un clima più sereno, tra...

Cronaca56 minuti ago

Il dilemma della doccia quando fa molto caldo: fredda o...

Durante un'ondata di calore, c'è la tentazione di buttarsi sotto una doccia ghiacciata. I motivi per cui non è la...

Lavoro1 ora ago

Vino, a scuola di dendrochirurgia in vigna per combattere...

Al via a Capriva del Friuli il corso con i Vine master pruners I Vine master pruners Simonit&Sirch hanno messo...

Lavoro1 ora ago

Turismo, Vangstein (Havila Voyages): “Interesse...

Il Chief Communications & Marketing Officer della nuova compagnia crocieristica che opera sulla rotta dei fiordi norvegesi parla di obiettivi...

Lavoro1 ora ago

Turismo:, con Havila Voyages la crociera dei fiordi...

Il nuovo brand naviga lungo l'antica rotta che segue la costa con navi ultra-moderne e tra le più ecologiche al...

Economia1 ora ago

Consap: “Importante lavoro svolto con governo e...

"Appena il provvedimento verrà approvato definitivamente dal Parlamento convocheremo presso Consap il tavolo che abbiamo istituito con Abi e Cdp...

Immediapress1 ora ago

Intelligenza Artificiale una grande opportunità anche per...

Pagine Sì! in prima fila per aiutare le Piccole e Medie Imprese a sfruttare i vantaggi offerti dall'Intelligenza Artificiale Terni,...

Economia1 ora ago

Il lavoro più richiesto senza laurea? E’ il global...

Successo crescente della Mixology academy, scuola di alta formazione 'Che lavoro vuoi fare?' è la domanda che mette in crisi...

Ultima ora1 ora ago

Ucraina, Cremlino: “Piani Nato pericolosa...

L'intervento di Peskov dopo che Kiev ha chiesto di rimuovere limiti posti dall'Occidente sull'uso delle armi Permettere alle forze armate...

Sport2 ore ago

Lazio, infortunio per Gila

Frattura per il difensore, lungo stop Non arrivano buone notizie per Marco Baroni. L'allenatore della Lazio dovrà fare a meno...

Demografica2 ore ago

Popolazione, Onu: “10,3 miliardi di persone entro metà 2080”

La popolazione mondiale raggiungerà il suo picco massimo entro la metà del 2080. Si tratta di una cifra che dovrebbe...

Tecnologia2 ore ago

L’Europa avverte X: il profilo verificato a pagamento...

Le modifiche apportate al sistema di verifica del social ostacolerebbero la capacità degli utenti di verificare l'autenticità degli account con...

Economia2 ore ago

PosteGoFresh, servizio refrigerato per consegna a domicilio...

Il servizio è dedicato alle aziende di prodotti di e-commerce che hanno l’esigenza di un servizio di trasporto logistico sicuro...

Salute e Benessere2 ore ago

L’esperto Testori: “Cure dentali accessibili a tutti...

Sul nuovo corso di laurea in odontoiatria all’Ucbm, ‘tutti i presupposti per formazione tecnologica etica ed empatica’ “Rendere la cura...

Salute e Benessere2 ore ago

Ghirlanda (Andi): “Nel cambio generazionale nuovi...

Il presidente del sindacato, ‘solo 1 giovane professionista su 4 ambisce ad aprire un suo studio’ “Il futuro dell’odontoiatria in...

Salute e Benessere2 ore ago

Di Lazzaro (Ucbm): “Odontoiatria italiana eccellente...

All’evento del Campus Bio-medico il preside dell’Ateneo, ‘il nostro corso di laurea è a elevatissimo contributo tecnologico’ “L’odontoiatria italiana rappresenta...