Connect with us

Spettacolo

Celine Dion rivela: “Ho rischiato di morire a causa...

Published

on

Celine Dion rivela: “Ho rischiato di morire a causa di dosi massicce di Valium”

La 56enne cantante canadese ha raccontato a Nbc News, in un'intervista esclusiva, la sua malattia

Celine Dion  - (Fotogramma)

Celine Dion ha rivelato di aver assunto livelli quasi letali di Valium mentre lottava contro la sua malattia, la sindrome della persona rigida, che le è stata diagnosticata nel dicembre 2022, i cui sintomi si erano manifestati già da un po' di tempo. La 56enne cantante canadese ha raccontato a Nbc News, in un'intervista esclusiva, che, prima della diagnosi, gli spasmi muscolari di cui soffriva erano così forti che iniziò ad assumere quantità di farmaci da prescrizione potenzialmente letali.

Un anno dopo aver annullato il suo tour a causa della malattia, Dion ha raccontato che, durante i dieci anni di test necessari ai medici per arrivare alla diagnosi corretta, era diventata dipendente dal sollievo fornito da dosi sempre più elevate dell'ansiolitico sedativo a base di diazepam.

"Non sapevo, onestamente, che potesse uccidermi. Prendevo, ad esempio, prima di uno spettacolo, 20 milligrammi di Valium, e poi, solo camminando dal mio camerino al backstage, non c'era più", ha detto Dion, descrivendo la rapidità con cui il sollievo dal dolore svaniva. "A un certo punto, il fatto è che il mio corpo si è abituato a 20, 30 e 40 gocce. Rilassava tutto il mio corpo. Per due settimane, per un mese, lo spettacolo continuava, ma poi ci si abitua e non funziona più".

A un certo punto la cantante ha assunto 90 milligrammi di farmaco al giorno, ha raccontato sempre alla Nbc News, per alleviare gli spasmi muscolari dovuti al disturbo, che possono essere così intensi da rompere una costola mentre si diffondono nel corpo. Dion ha raccontato i momenti in cui il disturbo è diventato evidente per lei e per le persone del suo team durante il Taking Chances Would Tour del 2008, prima di un concerto in Germania. "Ho detto ai miei assistenti e ai miei collaboratori: 'Non so se posso fare lo spettacolo. Non so cosa stia succedendo", ha ricordato nell'intervista. "Ero molto, molto, molto spaventata. E poi si va nel panico, e più si va nel panico, più si hanno spasmi. Sono salita sul palco...naturalmente. E ho iniziato a cantare in modo più nasale". Si decise che questo difetto vocale sarebbe stato "compensato" "abbassando un po' le canzoni con le chiavi e proiettando più nasalità - e speranza".

Céline Dion, che non calca il palcoscenico dal marzo 2020, da quando il Covid la costrinse a interrompere i concerti: il lato positivo della pandemia è stato che la cantante ha avuto il tempo di riprendere il controllo della sua salute e di ridurre la pericolosa dipendenza dai farmaci. "È stata un'opportunità per me di prendermi una pausa", ha detto nell'intervista. "E di essere intelligente. Ho interrotto tutto con l'aiuto dei medici. Stavo smettendo di prendere tutti i farmaci, soprattutto quelli cattivi. Ho smesso tutto perché non funzionava più".

Tuttavia, la Dion e il suo team di medici hanno continuato a lottare per scoprire cosa stesse accadendo esattamente al suo corpo. E anche se non saliva più sul palco, i sintomi persistevano. Poi nell'inverno del 2022 la diagnosi definitiva: sindrome della persona rigida. Dion ha lavorato con il suo staff di medici e ha dichiarato di essere determinata a tornare a cantare. "Tornerò sul palco, anche se dovrò strisciare, lo farò", ha assicurato.

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Spettacolo

Musica, standing ovation per l’Accademia Santa Sofia...

Published

on

Musica, standing ovation per l'Accademia Santa Sofia a El Jem in Tunisia

Standing ovation ieri sera per l’Accademia di Santa Sofia all'Anfiteatro romano di El Jem in Tunisia.

La compagine orchestrale, ospite del Festival International de Musique Symphonique d'El Jem, ha ottenuto gli applausi e l’attenzione del pubblico, oltre mille spettatori che hanno ascoltato in rigoroso silenzio un programma interamente dedicato all'Opera italiana.

Il concerto è stato promosso dal Comitato Nazionale Italiano Musica (Cidim) nell’ambito di 'Suono Italiano', progetto volto a promuovere il talento musicale italiano all'estero che in Tunisia si è avvalso della collaborazione dell'Istituto italiano di Cultura di Tunisi, oltre che del contributo del Ministero della Cultura. Soddisfazione è stata espressa dall'Ambasciatore d'Italia a Tunisi, Alessandro Prunas: "L'Accademia di Santa Sofia ci ha deliziati con un bellissimo concerto, inserendosi perfettamente nella programmazione del Festival, quest'anno ricca d'Italia".

Sulla stessa linea il Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Tunisi, Fabio Ruggirello, che ha aggiunto: "L'anfiteatro di El Jem è una location straordinaria, che nel suo Dna contiene una buona dose d'Italia. Siamo stati felici e onorati di aver dato vita a una così bella serata". "Il rapporto tra Accademia di Santa Sofia e il Cidim si è dimostrato ancora una volta vincente. Ringraziamo l'Istituto di Cultura e l’Ambasciata per questa nuova collaborazione, certamente un punto di inizio per lo sviluppo delle relazioni musicali in nord Africa", ha concluso Francescantonio Pollice, Vicepresidente del Cidim e Presidente di Aiam (Associazione Italiana Attività Musicali).

Continue Reading

Spettacolo

Fiction Stromboli, Ammirati (Rai Fiction): “Azienda...

Published

on

La dirigente Rai parla all'Adnkronos dopo le polemiche sulla decisione della messa in onda: "Siamo da sempre vicini alla popolazione, l'isola va raccontata nella sua positività e deve uscire la cono d'ombra"

Fiction Stromboli, Ammirati (Rai Fiction):

"La Rai ha spostato la messa in onda della fiction 'Sempre al tuo fianco' ben due volte, nell’autunno scorso perché il momento non era maturo, e poi in primavera. Ora che l'estraneità della Rai è stata certificata è giusto mandare in onda un lavoro importante, che renderà giustizia a un’isola che ha bisogno di uscire da un cono d'ombra e tornare alla sua luce". A parlare, intervistata dall'Adnkronos, è la direttrice di Rai Fiction Maria Pia Ammirati che, dopo le polemiche, spiega per la prima volta i motivi della decisione dell'azienda di mandare in onda, dal 15 settembre prossimo, la fiction prodotta per Rai 'Sempre al tuo fianco' diretta da Marco Pontecorvo che parla del lavoro della Protezione Civile ed è ambientata a Stromboli. Il programma è al centro di una bufera mediatica da quando, durante le riprese nel maggio 2022, si sviluppò un incendio mentre la produzione si trovava a Stromboli per girare una puntata dedicata all'attività degli operatori, che distrusse circa metà della vegetazione dell’isola di Stromboli.

Sulla vicenda c'è un processo in corso, e lo scorso aprile la procura di Barcellona Pozzo di Gotto ha notificato la chiusura delle indagini preliminari a carico di quattro persone e due società, non includendo la Rai tra gli indagati. Ciononostante, l'annuncio della messa in onda ai palinsesti Rai del 19 luglio ha scatenato una bufera mediatica: una parte consistente degli abitanti di Stromboli e diversi esponenti politici, tra cui il presidente della Sicilia Renato Schifani e la senatrice di Italia Viva Dafne Musolino, si oppongono fermamente alla messa in onda, mentre il ministro per la Protezione Civile Nello Musumeci si è detto molto favorevole.

"La Rai è andata a Stromboli ad aprile, ha incontrato gli abitanti in un’assemblea molto animata in cui ha espresso la sua vicinanza alla popolazione ribadendo che l'azienda era estranea alla produzione esecutiva, e in qualche modo ha anche subìto il danno tanto che ha dovuto rivalersi sul produttore", spiega la Ammirati all'Adnkronos. "Ma dato che la popolazione aveva espresso una non serenità, abbiamo rimandato nuovamente la messa in onda, e questo è accaduto per ben due volte", scandisce la direttrice di Rai Fiction.

La Rai in quell'occasione "si è resa disponibile con la popolazione con la promessa di bloccare la messa in onda fino a che non fosse intervenuta una pronuncia che dichiarasse l'azienda estranea ai fatti", spiega la Ammirati. Che ricorda: "La cosa incredibile è che mentre tornavamo dal traghetto che ci riportava via da Stromboli è uscita la sentenza del giudice che ha emesso gli avvisi di garanzia, ed è stato finalmente provato che la Rai era estranea".

"Sappiamo che è stato un fatto molto doloroso, pensiamo che sia stata una cosa grave ma che tutti i momenti di crisi vanno superati con la ragionevolezza e con gli strumenti che abbiamo, cioè appellarci alla giustizia - tiene a precisare la dirigente Rai- Al risarcimento ci si arriverà, ma nel frattempo la Rai ha scelto di narrare in maniera positiva il territorio, come succede per tutte le nostre fiction. Accade con il commissario Montalbano per la Sicilia, con Lolita Lobosco per Bari, Mina Settembre per Napoli, solo per citarne alcuni".

E' necessario, conclude la Ammirati, "che l'azienda dia attenzione massima ad un’isola che è importante, come tanti luoghi d’Italia che la Rai ha narrato e che vogliamo far vedere a tutti gli italiani. L’isola non deve entrare nella cronaca nera, deve essere quella di Rossellini, della bellezza dei percorsi che vengono a fare da tutto il mondo, del mare, della magia del buio serale. Si deve spostare la luce sulla positività di quel luogo e smetterla di renderla negativa".

(di Ilaria Floris)

Continue Reading

Spettacolo

David Parenzo smentisce chiusura ‘La Zanzara’:...

Published

on

Il giornalista con l'Adnkronos chiarisce il suo post su X: "Il mio 'forse' era per scaramanzia, andremo in onda con importanti novità"

David Parenzo  - (Fotogramma)

La Zanzara chiude i battenti? "Ma quando mai, abbiamo già rinnovato tutto, anzi ci saranno anche delle importanti novità che non possiamo comunicare''. Così David Parenzo all'Adnkronos chiarisce il suo annuncio di ieri su X in cui sembrava voler dire con un 'forse' che lo storico programma condotto da lui e Giuseppe Cruciani, in onda su Radio 24, ''chiude i battenti - aveva scritto il giornalista - ultima puntata, poi si torna (forse) a settembre".

'La Zanzara' quindi andrà in onda ma ''per scaramanzia - spiega ancora Parenzo - dico sempre 'forse', non si sa mai cosa può succedere domani, mi piace scherzare. Non solo andrà in onda - ribadisce - ma ci saranno nuovi prodotti che non posso rivelare'', conclude. (di Alisa Toaff)

Continue Reading

Ultime notizie

Cronaca28 minuti ago

Superenalotto, numeri combinazione vincente oggi 25 luglio

Nessun '6' né '5+1', il jackpot sale a 53,4 milioni di euro Nessun '6' né '5+1' al concorso del Superenalotto...

Esteri1 ora ago

Netanyahu da Biden: “Grazie per i 50 anni di sostegno...

Il premier israeliano accolto dal Presidente alla Casa Bianca: "Ansioso di lavorare con te nei prossimi mesi a questioni importanti"....

Sport2 ore ago

Parigi 2024, attesa per la cerimonia inaugurale: numeri e...

Pronta a scendere in campo la folta delegazione italiana, di cui però non fa parte Jennik Sinner In attesa della...

Esteri2 ore ago

Direttiva Ue sui rifiuti, Bruxelles mette in mora...

Il governo ora ha due mesi per rispondere e rimediare alle carenze individuate La Commissione Europea ha avviato una procedura...

Sport2 ore ago

Atp Kitzbuhel, Berrettini in semifinale: De Alboran ko in...

Si ferma invece ai quarti di finale la corsa di Lorenzo Sonego sulla terra rossa croata di Umag Matteo Berrettini...

Cronaca2 ore ago

Talamone, recuperato il corpo della balenottera morta nel...

Il mammifero era rimasto incastrato tra le barche senza riuscire a tornare in mare aperto E' stato recuperato oggi il...

Politica2 ore ago

Referendum, ora le firme si raccolgono anche online: al via...

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto che ne prevede l'attivazione. il Nordio: "Innovazione cruciale a supporto della democrazia" Da oggi...

Esteri2 ore ago

Usa, Trump: “Biden fatto fuori con golpe interno ai...

Per il Tycoon "Obama, Pelosi e qualche altro l'hanno costretto ad uscire dalla corsa". Con Harris si riduce il vantaggio...

Economia2 ore ago

Webuild, da inizio anno nuovi ordini a 7,5 miliardi, oltre...

Da inizio anno Webuild ha acquisito 7,5 miliardi di nuovi ordini, già oltre il 65% degli ordini attesi per l’intero...

Economia3 ore ago

Italia-Cina, nel 2024 interscambio in calo: aumentano...

Quest'anno l'Italia è il 22mo mercato di destinazione dell'export di Pechino che copre l'8,1% dei nostri acquisti ed è il...

Economia3 ore ago

HSBC Australia, stop alle transazioni verso gli exchange...

Tra crisi e prospettive di rilancio, questi mesi sono decisivi per il futuro del settore fintech. Con le loro ultime...

Cronaca3 ore ago

Giubileo 2025, il Dicastero per l’Evangelizzazione sceglie...

Il brand di trasporto passeggeri ha ideato un’offerta di sharing mobility, guidata dall’etica della sostenibilità, per soddisfare le esigenze di...

Tecnologia3 ore ago

Apple Maps arriva sul web: guida alle nuove funzionalità

Apple ha annunciato che nei prossimi mesi verranno introdotte ulteriori funzionalità, come "Guardati intorno" Apple Mappe è disponibile sul web....

Cronaca3 ore ago

Sesso, allarme malattie: impennata di Hiv, sifilide,...

Infettivologo Gori: "Infezioni in grandissimo aumento in Italia" A lanciare un monito, a inizio giugno, era stato proprio il Centro...

Esteri3 ore ago

Israele, Harris condanna le proteste pro-Gaza: “Gesti...

La vice presidente Usa ringrazia Biden e promette battaglia: "È lotta per libertà fondamentali". Si riduce il vantaggio di Trump...

Cronaca3 ore ago

“Trascurare l’Italia a Bruxelles può...

“Guardare al mondo come esso è e non come vorremmo che fosse. Adottando il parametro dell’interesse nazionale”. Questo il senso...

Cronaca4 ore ago

Sanità, Marino (Unindustria): “Dl liste attesa primo...

Il vicepresidente sezione Sanità: "Fiduciosi che il ministro Schillaci non perderà l'occasione per risultato epocale" "Accogliamo con favore e fiducia...

Spettacolo4 ore ago

Musica, standing ovation per l’Accademia Santa Sofia...

Standing ovation ieri sera per l’Accademia di Santa Sofia all'Anfiteatro romano di El Jem in Tunisia. La compagine orchestrale, ospite...

Lavoro4 ore ago

Milano, ieri a San Siro festa aziendale di Deloitte con...

Dopo una serie di concerti che hanno visto esibirsi tra gli altri anche Taylor Swift, Vasco Rossi, Zucchero e Travis...

Economia4 ore ago

Trump contro le auto elettriche e Musk lo appoggia: cosa ha...

Per il miliardario il taglio agli incentivi che il candidato repubblicano alla Casa Bianca vorrebbe applicare sarebbe irrilevante Mentre i...