Connect with us

Cronaca

Farmaci: CE approva terapia mirata in adiuvante per cancro...

Published

on

Farmaci: CE approva terapia mirata in adiuvante per cancro polmone iniziale Alk positivo

Studio Alina, alectinib riduce rischio recidiva o decesso del 76% dopo intervento chirurgico

 - (Fotolia)

La Commissione europea ha approvato alectinib in monoterapia come trattamento adiuvante dopo la resezione del tumore in pazienti adulti con carcinoma polmonare non a piccole cellule (Nsclc) positivo per la chinasi del linfoma anaplastico (Alk) ad alto rischio di recidiva. La domanda di autorizzazione all’immissione in commercio - specifica una nota diffusa oggi da Roche - è supportata dai dati dello studio di fase 3 Alina, in cui alectinib ha dimostrato una significativa riduzione del rischio di recidiva della malattia o decesso pari al 76% nei pazienti con Nsclc Alk-positivo resecato.

“Per la prima volta in Europa le persone con Nsclc Alk-positivo sottoposte a resezione chirurgica, hanno la possibilità di essere trattate con un inibitore di Alk in grado di ridurre significativamente il rischio di recidiva della malattia o di decesso - afferma Levi Garraway, MD, PhD, Chief Medical Officer and Head of Global Product Development Roche - Questa approvazione rappresenta una svolta importante per i soggetti ad alto rischio di ricomparsa del tumore dopo l’intervento chirurgico. Grazie a questa nuova indicazione, i benefici rivoluzionari di alectinib possono essere estesi a un numero ancora maggiore di pazienti affetti da cancro al polmone Alk-positivo”.

Il tumore al polmone è una delle principali cause di morte oncologica in tutto il mondo. Si stimano oltre 4.900 decessi al giorno su scala globale. Il cancro al polmone può essere classificato in due tipi: carcinoma polmonare non a piccole cellule (Nsclc) e a piccole cellule. Il Nsclc rappresenta l’85% circa di tutti i casi. Attualmente, circa la metà di tutte le persone con cancro al polmone in stadio iniziale (45-76%, a seconda dello stadio della malattia) manifesta una recidiva del tumore dopo l’intervento chirurgico, nonostante la chemioterapia adiuvante. Trattare il cancro al polmone precocemente, prima che si diffonda, potrebbe contribuire a prevenire la ricomparsa della malattia e offrire ai pazienti le migliori possibilità di cura. “Nel caso del tumore al polmone Nsclc Alk positivo in stadio iniziale - chiarisce Filippo de Marinis, direttore della divisione di Oncologia Toracica dell'Istituto europeo di oncologia (Ieo) di Milano e Presidente Aiot (Associazione italiana oncologia toracica) - la chirurgia non sempre è pienamente risolutiva, in quanto persiste un alto rischio di recidiva, che può suscitare nei pazienti forti preoccupazioni per il proprio futuro. La portata del beneficio in termini di sopravvivenza libera da malattia osservato nello studio Alina è senza precedenti e si mantiene invariata in tutti gli stadi della malattia. Effettuare tempestivamente il test per il biomarcatore Alk - aggiunge - diventa più prioritario che mai, per identificare tutti i pazienti che potrebbero trarre beneficio da questa nuova e importante opzione terapeutica”.

Nello studio Alina - pubblicato nel New England Journal of Medicine ad aprile 2024 - alectinib ha ridotto il rischio di recidiva della malattia o decesso del 76% (hazard ratio = 0,24, intervallo di confidenza al 95%: 0,13-0,43, p < 0,0001) rispetto alla chemioterapia a base di platino in soggetti Nsclc Alk positivo in stadio da Ib [≥ 4 cm] a IIIA [secondo il sistema di stadiazione della Union for International Cancer Control/American Joint Committee on Cancer - Uicc/Ajcc, VII edizione) completamente resecato. In un’analisi esplorativa è stato osservato un miglioramento della sopravvivenza libera da malattia a livello del sistema nervoso centrale (Hr = 0,22; Ic al 95%: 0,08-0,58). Questo aspetto è particolarmente importante per i soggetti con Nsclc Alk-positivo, che sono maggiormente esposti al rischio di sviluppare metastasi cerebrali, rispetto a quelli con altri tipi di Nsclc. La sicurezza e la tollerabilità di alectinib nello studio Alina sono risultate generalmente coerenti con quelle di studi precedenti nel setting metastatico e non sono emersi elementi imprevisti relativi alla sicurezza.

Alectinib è l’opzione terapeutica ottimale per i pazienti con Nsclc Alk-positivo avanzato e ha migliorato notevolmente gli outcome, quindi i risultati clinici, delle persone affette da questa malattia. Approvato in più di 100 Paesi come farmaco di prima e seconda linea, è stato usato per trattare oltre 94 mila pazienti con malattia avanzata. Dopo la sua approvazione nel setting del trattamento adiuvante, alectinib potrebbe svolgere, per la prima volta, un ruolo fondamentale nella malattia Alk-positiva resecabile, in cui sussiste un significativo bisogno clinico ancora insoddisfatto. L’approvazione odierna in Europa - si legge nella nota - segue quella della Food and Drug Administration (Fda) statunitense ad aprile 2024, che ha autorizzato alectinib come trattamento adiuvante dopo resezione del tumore in pazienti con Nsclc Alk-positivo (tumori ≥ 4 cm o con linfonodi positivi) identificato mediante un test approvato dalla Fda. Attualmente sono in corso le sottomissioni ad altre autorità sanitarie in tutto il mondo, con lo scopo di mettere a disposizione del maggior numero possibile di pazienti questa nuova opzione terapeutica.

Per supportare il processo decisionale dei medici, le linee guida internazionali, comprese quelle per la pratica clinica in oncologia del National Comprehensive Cancer Network (Nccn Guidelines), raccomandano di testare sistematicamente i campioni bioptici o tissutali ottenuti da resezione chirurgica per i biomarcatori Alk, Egfr e Pd-L1 nei pazienti con Nsclc in stadio da IB a IIIA e con alcune forme di Nsclc in stadio IIIB (secondo il sistema di stadiazione Uicc/Ajcc, VIII edizione), oltre che nel setting avanzato.

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Cronaca

Caldo estremo sull’Italia, oggi bollino rosso in 12...

Published

on

Domani i capoluoghi monitorati dal ministero e interessati dal super caldo diventeranno 13

Super caldo e turisti a Roma - Afp

Ancora una giornata rovente sull'Italia, colpita da Nord a Sud dall'ondata di super caldo. Oggi, martedì 16 luglio, l'allerta è massima in 12 città contrassegnate dal bollino rosso (livello 3, il massimo) nel bollettino sulle ondate di calore del ministero della Salute.

Dei 27 capoluoghi monitorati dal ministero, oggi sono ancora da bollino rosso Ancona, Bologna, Campobasso, Firenze, Frosinone, Latina, Perugia, Pescara, Rieti, Roma, Trieste e Viterbo. All'elenco, per la giornata di domani mercoledì 17 luglio, si aggiungerà. Domani sarà anche il giorno più caldo di questa prima metà di settimana.

Il livello 3 di allerta, ricorda il ministero della Salute, indica "condizioni di emergenza (ondata di calore) con possibili effetti negativi sulla salute di persone sane e attive, e non solo sui sottogruppi a rischio come gli anziani, i bambini molto piccoli e le persone affette da malattie croniche". Queste fasce, più fragili, sono invece quelle interessate dal livello di allerta 2, il bollino arancione, che contrassegna Palermo oggi insieme a Torino e Bolzano.

Con il super caldo 25% pazienti in più al pronto soccorso

Aumenta intanto l'afflusso nei pronto soccorso per malori provocati dal caldo. "Rispetto al normale siamo almeno sul 20-25% di pazienti in più". A causa di colpi di calore, disidratazione, collassi cardiocircolatori soprattutto "per pazienti anziani e pluri patologici". A tracciare il quadro, in questi giorni di temperature elevate, Pierino Di Silverio, segretario nazionale del sindacato dei medici ospedalieri Anaao Assomed.

"Ogni anno il caldo provoca un aumento degli accessi in pronto soccorso, non è una novità. Quindi noi, come sempre, oltre a dare i consigli e le linee guida per proteggersi - come bere, evitare di uscire nelle ore calde e tutto quanto il resto - auspichiamo sempre che venga elaborato un piano per le emergenze a livello ministeriale, attraverso il quale si dovrebbe potenziare il personale nei pronto soccorsi, dove la richiesta 'esplode'".

Allo stesso modo "andrebbe rafforzata la medicina territoriale, organizzando punti di primo soccorso, presidi territoriali in grado di dare risposta immediata e fare da filtro per i pronto soccorso. Purtroppo anche sul territorio la carenza di medici è drammatica".

Continue Reading

Cronaca

Etna, il vulcano oggi è attivo: cenere da cratere Voragine

Published

on

Si lavora per capire dove si dirigerà la nube

L'Etna

L'Etna attivo oggi, lunedì 15 luglio 2024. L'Osservatorio dell'Ingv di Catania ha segnalato una attività stromboliana dal cratere Voragine dell'Etna. Si registra inoltre una blanda emissione di cenere dal cratere di Nord-Est e dallo stesso cratere Voragine che si disperde velocemente al di sopra dei crateri sommitali. Il modello previsionale della dispersione dell'eventuale nube eruttiva indica una direzione sud-sud-est.

Continue Reading

Cronaca

Ragno violino, boom di chiamate al centro antiveleni: ecco...

Published

on

Dopo la morte del carabiniere a Palermo si riaccendono i riflettori sull'aracnide presente in Italia, ma l'esperto rassicura: "Non allarmarsi, tutto passerà in pochi giorni"

Ragno violino - Wikipedia /CCbySa/Luis Fernandez Garcia

Paura del ragno violino? "I ragni nostrani non hanno una tossicità elevata. Ne abbiamo due o tre che possono fare del male in Italia, ma non sono ragni mortali o potenti come i ragni americani, australiani, africani". Il consiglio è dunque di "non allarmarsi" per il ragno violino perché "non è un'urgenza medica". Il suo morso può essere letale? "A noi non risulta, in medicina e in letteratura scientifica, così come nella nostra casistica, un morto da morso di ragno violino. Fra le richieste di consulenze ricevute dal nostro centro ne abbiamo un centinaio all'anno che risultano essere per morsi accertati da questo ragno". In rari casi si rilevano problematiche "e tutti comunque guariscono". A spiegarlo all'Adnkronos Salute è Carlo Locatelli, direttore del Centro Antiveleni e Tossicologia Maugeri (Pavia), struttura che viaggia al ritmo di 105mila consulenze l'anno di cui oltre l'80% per ospedali del Ssn.

I riflettori sull'aracnide "normalmente presente in Italia, anche nelle nostre case", si sono riaccesi perché se n'è parlato in relazione alla morte di un carabiniere 52enne a Palermo. E negli ultimi due giorni, dopo che la notizia è finita alla ribalta delle cronache, c'è stato un boom di chiamate al Centro dettate da timori e paure per il ragno violino, riferisce Locatelli. "Abbiamo avuto un notevole aumento di richieste - dice l'esperto - ci hanno chiamato diverse persone spaventate. Chi era di guardia ieri, ha ricevuto una quarantina o una cinquantina di richieste di consulenza di questo tipo. Le domande più frequenti: se io avessi un morso di ragno violino, se avessi il ragno violino in casa, e così via. La risposta è: il ragno violino in casa ce l'abbiamo un po' tutti e se ne sta per i fatti suoi. Non attacca l'uomo e se dovesse mordere perché involontariamente disturbato e sulla parte colpita non si vede niente, il tutto passerà nell'arco di pochi giorni". Se dovesse evolvere in una lesione un po' più significativa "si applica una crema antibiotica" e si valuta un'eventuale terapia antibiotica anche per via orale, come riporta una scheda disponibile sul portale del centro antiveleni pavese. "Se diventa una lesione necrotica occorre richiamare e si verrà valutati e trattati a seconda del caso", spiega Locatelli.

Quando una persona viene morsa da un ragno violino cosa dovrebbe dunque fare? "Non allarmarsi - ripete Locatelli - Se il ragno violino è stato visto e preso o fotografato, noi del Centro antiveleni lo mandiamo dall'aracnologo per il riconoscimento. Se c'è solo un piccolo segno rosso si mette un po' di crema, e si può stare a casa" e monitorare da sé finché non passa. "Se viene fuori un'area più scura, rossastra, che fa la crosta, allora la vediamo e interveniamo, ma succede in una minoranza di casi", assicura Locatelli. Nel focus pubblicato online si precisa che l'evoluzione da semplice morso a lesione necrotica è molto rara e solo meno dell'1% di questi casi evolve ulteriormente comportando sintomi simil-influenzali, febbricola, dolori articolari.

Continue Reading

Ultime notizie

Cronaca7 ore ago

Caldo estremo sull’Italia, oggi bollino rosso in 12...

Domani i capoluoghi monitorati dal ministero e interessati dal super caldo diventeranno 13 Ancora una giornata rovente sull'Italia, colpita da...

Politica7 ore ago

Von der Leyen cerca i voti di Meloni, oggi il confronto con...

La presidente uscente della Commissione europea a caccia dei voti necessari per iniziare il suo secondo mandato, cosa dice Fratelli...

Tecnologia8 ore ago

EA Sports FC 25, Buffon sulla copertina della Ultimate...

Insieme con lo storico portiere della nazionale, sulla cover ci saranno anche Gianluigi Buffon, Aitana Bonmati, Jude Bellingham, Zinedine Zidane...

Tecnologia8 ore ago

Jensen Huang e Mark Zuckerberg discuteranno il futuro della...

I leader di Nvidia e Meta, insieme sul palco, parleranno del futuro dell'IA e delle simulazioni grafiche alla 50ª edizione...

Esteri9 ore ago

Trump sceglie Vance, il senatore contro gli aiuti...

"Kiev non può vincere la guerra con la Russia, bisogna trattare con Putin" Donald Trump sceglie il senatore JD Vance...

Esteri9 ore ago

Biden attacca: “Trump e Vance vogliono aumentare...

Il post su X del presidente Usa dopo l'annuncio del tycoon sulla scelta del suo vice. Kamala Harris e il...

Tecnologia10 ore ago

AI GIRLS: il futuro inclusivo delle STEAM grazie alla...

Un percorso formativo rivoluzionario promosso da IGT e Codemotion per avvicinare le studentesse italiane al mondo STEAM Il programma AI...

Cronaca10 ore ago

Etna, il vulcano oggi è attivo: cenere da cratere Voragine

Si lavora per capire dove si dirigerà la nube L'Etna attivo oggi, lunedì 15 luglio 2024. L'Osservatorio dell'Ingv di Catania...

Salute e Benessere10 ore ago

Bimbi capaci di capire gli altri già a 3 anni, tutto merito...

La ricerca italiana pubblicata sulla rivista scientifica 'Pnas' Già a 3 anni i bambini sono capaci di capire gli altri,...

Tecnologia10 ore ago

Vtex e Pinterest rivoluzionano il social commerce

La partnership ha come obiettivo espandere le opportunità per i brand globali, migliorando connessioni e conversioni Vtex (NYSE: VTEX), la...

Esteri11 ore ago

Trump, l’attentato e le teorie del complotto

Le 'accuse' dei liberal, tra il sangue finto e la foto 'taroccata' Da sabato impazzano sui social le più svariate...

Cronaca11 ore ago

Ragno violino, boom di chiamate al centro antiveleni: ecco...

Dopo la morte del carabiniere a Palermo si riaccendono i riflettori sull'aracnide presente in Italia, ma l'esperto rassicura: "Non allarmarsi,...

Ultima ora11 ore ago

Cade in un crepaccio su Pale di San Martino, morta...

La vittima è una donna americana scivolata a valle, precipitata successivamente in un crepaccio per circa 25 metri Un'escursionista americana...

Demografica11 ore ago

Cuneo, coppia gay respinta da un B&B. Ancora troppe...

Una coppia gay è stata respinta da un B&B di Busca, in provincia di Cuneo, a causa del proprio orientamento...

Spettacolo11 ore ago

Nicolas Cage non sarà al Taormina Film Festival:...

L'attore avrebbe dovuto presenziare alla prima del film di cui è protagonista, 'The Surfer', il prossimo 17 luglio Nicolas Cage...

Esteri11 ore ago

Trump incoronato dalla convention, Vance sarà il candidato...

A Milwaukee ufficializzata la nomination dell'ex presidente. Il senatore dell'Ohio preferito a Rubio e Burgum Donald Trump, 'incoronato' candidato alla...

Ultima ora11 ore ago

Trump e la scelta del vice, tre candidati per la rosa...

A Milwaukee ufficializzata la nomination dell'ex presidente. Il senatore dell'Ohio preferito a Rubio e Burgum Donald Trump, 'incoronato' candidato alla...

Ultima ora11 ore ago

De Kerckhove: “Trump se l’è un po’...

Il sociologo e massmediologo: "E' vivo per miracolo, ma il vero miracolo è se imparasse" "Donald Trump, in quanto guerrafondaio...

Motori11 ore ago

Estate 2024, al via la nuova campagna per la sicurezza...

Prosegue l’attività della Polizia di Stato in sinergia con Autostrade per l’Italia, in occasione dell’esodo estivo, per sensibilizzare i viaggiatori...

Motori11 ore ago

TORQUE 1/1 presenta la moto elettrica più potente del mondo

La società FM FACTORY, la prima azienda milanese impegnata nello sviluppo di soluzioni innovative nel mondo dell’elettrico, presenta un innovativo...