Connect with us

Moda

Domenico Vacca inaugura a Bari con Matteo Salvini

Published

on

Bari accoglie con entusiasmo l’apertura della nuova boutique Domenico Vacca, situata in Via Calefati all’angolo con Via Sparano. L’evento inaugurale ha visto la partecipazione di illustri ospiti, rendendo l’occasione degna di un vero e proprio tappeto rosso.

Tra i primi ad arrivare, il Vice Primo Ministro e Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, Matteo Salvini. Grande ammiratore delle collezioni dello stilista pugliese, Salvini ha elogiato Domenico Vacca per il suo successo internazionale e per aver portato il prestigioso marchio anche nella sua terra natale.

Presenze di rilievo dal mondo del cinema

L’inaugurazione ha visto la partecipazione di figure di spicco del cinema nazionale e internazionale. Scott Lambert, veterano dell’agenzia William Morris di Los Angeles e produttore di successo a Hollywood, ha presenziato all’evento. Lambert, noto per aver prodotto film come “The Wolf of Wall Street” con Leonardo DiCaprio e “Limitless” con Bradley Cooper e Robert De Niro, è a Bari per seguire la produzione del suo nuovo film “Stolen Girl” con Scott Clintwood e Kate Beckinsale.

Tra gli ospiti, anche il regista pugliese di adozione Alessandro Piva, vincitore di un David di Donatello per il film “La Capa Gira” girato proprio a Bari, e l’attrice Eleonora Pieroni, nota per i suoi ruoli in “Dante” di Pupi Avati e “Il Contratto” con Kevin Spacey, nonché moglie dello stilista.

Autorità locali e rappresentanti istituzionali

L’evento ha visto la partecipazione di Elena Laterza, Addetta Stampa del Governatore della Regione Puglia in rappresentanza di Michele Emiliano, e dell’Assessora alla Città Produttiva del Comune di Bari Carla Palone, in rappresentanza del Sindaco Antonio Decaro. Presenti anche il presidente di Confindustria Puglia, Sergio Fontana.

La nuova boutique Domenico Vacca si sviluppa su tre piani in Via Calefati 61/D, angolo Via Sparano. Ospiterà le collezioni uomo e donna del brand e includerà una sala dedicata al su misura. “Siamo molto contenti di aver aperto il nostro secondo negozio in Italia a Bari. Per me è un ritorno alle origini, visto che sono nato in Puglia, ad Andria. È un atto d’amore per la città di Bari e per la regione Puglia, in grande crescita in tanti settori,” ha dichiarato Domenico Vacca.

Una serata di successo

L’inaugurazione della boutique Domenico Vacca a Bari non è stata solo una celebrazione della moda, ma anche un momento di incontro tra il mondo dell’imprenditoria, del cinema e delle istituzioni, sottolineando l’importanza di iniziative che uniscono eccellenza e territorio.

Sbircia la Notizia Magazine è una testata giornalistica di informazione online a 360 gradi, sempre a portata di click! Per info, segnalazioni e collaborazioni, contattaci scrivendo a info@sbircialanotizia.it

Continue Reading

Moda

10 Corso Como presenta nuovo concept e mostra Talia Chetrit

Published

on

In occasione della fashion week donna, lo store svelerà il progetto ideato dall’agenzia 2050+ secondo la visione di Tiziana Fausti

10 Corso Como presenta nuovo concept e mostra Talia Chetrit

10 Corso Como annuncia una nuova fase del progetto 'Ripensare 10 Corso Como': a settembre l’iconica destinazione milanese svela il concept del negozio, ideato dall’agenzia multidisciplinare 2050+, secondo la visione di Tiziana Fausti. Dopo il successo della mostra 'Yohji Yamamoto. Letter to the Future' che ha visto una straordinaria affluenza di pubblico sopra le aspettative, riparte in occasione della settimana della moda donna la programmazione dedicata alle arti visive con la mostra dell’artista statunitense Talia Chetrit, allestita presso la Galleria situata al primo piano. Prosegue così il nuovo capitolo di 10 Corso Como, sostenuto da un progetto architettonico pensato per ridisegnarne gli spazi come una Wunderkammer contemporanea. Secondo il rinnovato concept, l’area donna al piano terra è concepita come una macchina teatrale flessibile e coerente nelle intenzioni e nelle soluzioni architettoniche con gli spazi del primo piano, la Project Room e la Galleria, inaugurati lo scorso febbraio.

Lo store è ripensato come un ingranaggio industriale capace di trasformarsi in modo fluido, riconfigurando la sua identità e adattandosi organicamente alla varietà di esperienze ed eventi che accoglie. Lo spazio è abitato da dispositivi allestitivi mobili e componibili: una nuova versione dei tavoli-pantografo e una serie di rack appendiabiti connessi ad argani, in grado di muoversi verticalmente e orizzontalmente fino a sparire completamente tra le travi del soffitto. Di particolare rilievo, le opere site-specific di artisti internazionali che come un coro armonioso di interventi dialogano nello spazio del nuovo 10 Corso Como concepito come una piattaforma di scambio.

Il progetto ripensa inoltre i percorsi dell’intera location, rendendo gli ambienti di collegamento i protagonisti del racconto architettonico e consentendo il movimento osmotico attraverso i diversi piani. La nuova scala interna, interamente rivestita in acciaio, collega la nuova area donna alla Project Room e alla Galleria, manifestando la ridefinizione dei flussi sia orizzontalmente su ciascun piano, che verticalmente attraverso l’edificio e contribuendo a un vasto repertorio di possibili usi e occupazioni. Durante i lavori di ristrutturazione dell’area vendita al piano terra, previsti per il mese di agosto, la selezione moda di 10 Corso Como sarà esposta e disponibile nella Galleria al primo piano, e su 10corsocomo.com.

Quanto alla personale dell’artista statunitense Talia Chetrit, dal 18 settembre nella Galleria saranno riunite opere realizzate nell’arco di trent’anni, dal 1994 al 2023, ponendo in dialogo tra loro immagini che rappresentano momenti differenti della sua ricerca artistica e della sua vita. Scatti recenti si affiancano a fotografie realizzate a metà degli anni Novanta - come Logo (1996/2017) e Face #1 (1994/2017) - in cui Chetrit, allora adolescente, ritrae le sue amiche d’infanzia. Un’altra opera degli esordi, Murder Picture #3 (1997/2017), raffigura un’amica dell’artista mentre posa come vittima di un omicidio in quello che sembra essere un vagone della metropolitana.

Le relazioni famigliari hanno un ruolo centrale nella mostra, che include ritratti di ciascun membro della famiglia dell’artista: la madre - in opere come Mom (Ball) del 2022 e Ash (2021) -, il padre in Dad/Mesh (2021), il compagno e il figlio, che vediamo colti in scene anticonvenzionali - come in Untitled (Family #2) del 2021 - o ritratti individualmente, come in Cat Boot Baby (2021) e Back (2016). Sebbene Chetrit abbia realizzato svariate campagne fotografiche per marchi di moda come Celine, Phoebe Philo e Acne Studio, è fondamentale osservare come, nei suoi scatti artistici, la moda emerga in filigrana, come uno dei tanti elementi che permettono all’artista di esplorare la formazione dell’identità individuale e delle convenzioni sociali. L’esposizione è a cura di Alessandro Rabottini e Anna Castelli.

Continue Reading

Moda

Con Rome Fashion Show Haute Couture alta moda in passerella

Published

on

oltre 900 presenze in due giorni per il progetto, realizzato dal direttore artistico Steven G Torrisi

Con Rome Fashion Show Haute Couture alta moda in passerella

Si è conclusa ieri la prima edizione di Rome Fashion Show Haute Couture, nuova kermesse che unisce alta moda e cultura, riconfermando la capitale come uno dei luoghi in cui il fashion system può e deve dire la sua. Oltre 900 presenze in due giorni per il progetto, realizzato dal direttore artistico Steven G Torrisi (da oltre venticinque anni nel settore moda) e gestito da Infantino Management, che ha visto come protagonisti sia maison affermate che nuovi designer. Nel corso delle due giornate del 13 e del 14 Luglio, i nuovi stilisti e gli ambasciatori della moda, presso il Nazionale Spazio Eventi di Roma, hanno portato in passerella le proprie creazioni di fronte a stampa e numerosi ospiti.

Nella serata di sabato 13, presentate dall’ex Miss Italia Denny Mendez, si sono alternate le collezioni di otto donne, nuove proposte della moda italiana. Ad aprire le danze è stata Ve.Q Experience (della designer Veronica Quadraroli) che ha presentato la sua collezione ecosostenibile Flos, un omaggio alla forza e all’audacia femminile. Emanuela Madonna, la seconda in calendario, ha portato in passerella i suoi abiti che con maestranza sartoriale, giochi di plissé, sete, pelle laserata e scuba 3D, declinano perfettamente il concetto di realtà illusoria. A seguire è stata la volta di Concita Ties&Pearls, brand della stilista dalle origini siciliane Concita Petralito che con la sua 'Bella Sedara' ha raccontato una collezione caratterizzata da sete e cotoni che trae massima ispirazione da una Sicilia antica, quella di Tommasi di Lampedusa, ricca di bellezza e sensualità.

Nel corso della prima sera, al fianco della madrina Denny Mendez sono intervenuti sul blu carpet i partner e le cariche dei patrocini a supporto dell’evento. Partner ufficiale della manifestazione Cosmlab, azienda da dieci anni specializzata nella ricerca cosmetica e farmaceutica, rappresentata dal proprio founder e Ceo Marco Esposito, omaggiato con una targa celebrativa della prima edizione dell’evento. A seguire è stato il turno di Raimonda Casale con le sue creazioni di raso, pizzo, mikado, tulle, cadì e organza, impreziosite da decorazioni pittoriche e punti luce.

Tra i patrocini della manifestazione Confine ( Confederazione Imprenditori Italiani in Europa con il patrocinio della Presidenza del Consiglio Dei Ministri) Regione Lazio, Consiglio Regionale del Lazio, Fondazione UniVerde, e Coldiretti, Nel corso dell’iniziativa, alla presenza della responsabile di Donne Coldiretti Mariafrancesca Serra e della presidente di Terranostra Dominga Cotarella, sono state proposte le creazioni ideate da tre giovani imprenditrici agricole, nel segno della biodiversità e del recupero di fibre e colori naturali ottenuti dalle piante. Fiorenza “Cosetta” Enzo ( Donne Coldiretti Veneto), Flavia Sbrolli ( Donne Coldiretti Umbria) Rosa D’Urso ( Donne Coldiretti Puglia) hanno dimostrato con le loro esperienze come la riscoperta di alcune fibre e delle tinture naturali possono rappresentare un’occasione di sviluppo per le imprese agricole, ma anche un contributo al rilancio della moda Made in Italy.

Dopo la sfilata delle Donne Coldiretti ha proposto le sue creazioni Maria Elena di Terlizzi, portando in passerella la Puglia, la regione che le evoca libertà ed euforia, mostrando abiti di pizzo dalle sfumature mediterranee, che si rivolgono alla donna elegante e vivace. Rome Fashion Show Haute Couture ha toccato tematiche sensibili come l’ecosostenibilità ma anche quello della disabilità e dell’inclusività. Per responsabilizzare sul tema delle disabilità di linguaggio e udito è intervenuta Giovanna Giambruno, founder di Udisky, impresa che opera nel campo dell’assistenza audiologica.

La sesta designer in calendario Gioia Radini ha raccontato il suo omaggio alla penisola, con abiti che traggono ispirazione da ogni regione italiana, caratterizzati da tessuti naturali dipinti a mano e impreziositi con pietre naturali. Barbara Basciano invece, con il suo concetto di “La Moda e’ eleganza” ha impersonato una donna romantica e coraggiosa grazie ad abiti con contrapposizioni di tessuti leggeri, trasparenze ma ornati di strass e perle. Prima della sfilata di chiusura, un’altra testimonianza a sostegno delle imprese volte a valorizzare il territorio è arrivata attraverso l’intervento di Edoardo Cicchinelli founder di Ethical Food Selection, progetto che ha l’obiettivo di mettere in luce i piccoli produttori rifornendo i loro prodotti nei migliori locali d’Italia.

Gran finale della prima serata con Pina Grasso e la sua esclusiva collezione dai materiali preziosi come duchesse e mikado, dedicata a donne uniche e raffinate che amano valorizzare la propria indole. Durante la seconda giornata di Rome Fashion Show # Haute Couture, quella di domenica 14, i riflettori si sono accesi su cinque “ambasciatori” della moda italiana che hanno portato in passerella i loro capi più iconici appartenenti all’archivio personale, un omaggio al periodo de “La Dolce vita” e ad eventi memorabili come "Donna sotto le stelle" e Alta Roma.

Dopo le relative sfilate i couturier hanno ricordato il proprio 'maestro', lo stilista che più ha influenzato il percorso lavorativo e creativo di ognuno. Dalla Maison Franco Ciambella vengono rievocati gli abiti ispirati alla Venere di Milo e alla sua bellezza imperfetta. I capi dai colori vivaci presentano lavorazioni in 3D e stampe dipinte a mano, arricchiti da fili dorati. Il tributo di Ciambella è andato a Fernanda Gattinoni, stilista sofisticata, determinata e intraprendete. A seguire la Maison Michele Miglionico mette in contatto romanticismo e dramma, presentando una collezione composta da vari abiti iconici che evidenziano la maniacale attenzione ai particolari, in mostra tramite un attento gioco di contrasti. Il ricordo del designer va a Mila Schön e alla sua moda nel corso degli anni ’60.

La mMaison Nino Lettieri rispolvera una selezione di abiti da sera realizzati dal 2010 al 2020, che si accomunano per l’alta sartoria e il fatto a mano in Italia, ognuno di essi si rivolge ad una donna chic, raffinata e pregiata. L’omaggio va a Lorenzo Riva e alla sua arte. La Maison Gianni Sapone solca la passerella con una selezione di alta moda che prende forma dal 2000 ad oggi. Ogni singolo abito ha la sua storia, la sua magia ed proprio questo il punto cardine di ogni collezione realizzata dal couturier. Momento di commozione per le parole dello stilista nei confronti del suo mentore Fausto Sarli. Tra il pubblico in prima fila a sostegno dell’evento, anche la stilista Regina Schrecker, guest della serata.

Infine la maison Giovanni Cannistrà ha chiuso la manifestazione facendo sfilare una parte del proprio archivio realizzato dal 1998 al 2024 caratterizzato da accostamenti audaci, merletti e broccati, un chiaro riferimento alla terra di appartenenza del brand, la Sicilia. Dopo il saluto allo stilista Pino Lancetti, il 'sarto-pittore', Giovanni Cannistrà ha chiamato sotto i riflettori i colleghi e il direttore artistico dell’evento Steven G. Torrisi tra la standing ovation del pubblico. Un entusiasmo corale che conferma la voglia di Roma e dell’Haute Couture di continuare a splendere.

Continue Reading

Moda

Da Jamal Taslaq a maison Gattinoni, ‘sfila’ in...

Published

on

Defilée upcycling per Guillermo Mariotto, Franco Ciambella dedica la collezione alla Venere di Milo, Gianni Molaro si ispira a Tamara de Lempicka e Dalida, in passerella la principessa Giacinta Ruspoli, Gian Paolo Zuccarello si proietta nel futuro con Jeanne du Barry, l'ultima favorita di Luigi XV

Uno dei abiti upcycling della maison Gattinoni che stasera sfila in Campidoglio

Da Camillo Bona, il couturier amato da Amal Clooney, alla maison Gattinoni, da Franco Ciambella a Nino Lettieri, Michele Miglionico, Gianni Molaro accanto a Sabrina Persechino, Jamal Taslaq e Gian Paolo Zuccarello. Si illumina stasera con l'haute couture italiana e oltre 50 mannequin piazza del Campidoglio con la serata 'Ensemble' 2024, condotta da Eleonora Daniele, con una guest d'eccezione come Patty Pravo. Giunto alla II edizione, l'appuntamento è promosso da Alessandro Onorato, assessore alla Moda, Grandi Eventi, Turismo e allo Sport di Roma Capitale e Roberta Angelilli, vicepresidente - assessore Sviluppo economico, Commercio Artigianato, Industria, Internazionalizzazione della Regione Lazio.

Ad aprire il fashion show, in qualità di ospite d’onore, la maison Gattinoni. La moda incontra l’arte e ne dispiega segreti, ne sussurra immagini. Ecco le Deità maschili e femminili che Guillermo Mariotto per Gattinoni Couture veste con arte per l’arte, figure contemporanee che varcano la sottile linea di confine tra moda ed eco-sostenibilità. Mariotto è stato il primo designer nel 2008 a realizzare un’intera collezione di alta moda eco-sostenibile. La Piazza del Campidoglio, palcoscenico ideale di una performance di moda esalta l’umano e il divino, la circolarità della piazza michelangiolesca, con la statua del Marco Aurelio al centro, riconduce alla perfezione, al sublime. In passerella creazioni dai macro volumi realizzate con le tecniche dell’upcycling e del re-cycling. Scarti di tessuti e materiali di riciclo diventano un vero inno alla rinascita di una nuova couture.

Una collezione d’alta moda inedita quella realizzata da Camillo Bona. Otto outfit per l’autunno/inverno 2024-25 dedicati, ad una donna moderna e dinamica realizzati come nella migliore tradizione dell’alta sartorialità italiana. Creazioni in doppio crêpe di lana con lavorazioni realizzate a mano. I colori si alternano tra il rosa e il grigio in un susseguirsi di giochi di tagli e di sfumature, emblema della riconoscibilità e dello stile inconfondibile del noto stilista. Un omaggio al mito e alla vita, quello di Franco Ciambella, al corpo imperfetto della Venere di Milo che nonostante le sue mutilazioni non ha mai smesso di rappresentare la bellezza perfetta. 'Vestiti da sogno' dai colori vivaci con lavorazioni in 3D di fiori dipinti a mano, fili e ricami dorati. L'oro, simbolo di eternità e del sacro, si fonde con i diversi cromatismi per rappresentare la passione, la forza del vivere, le pulsione per il sacro.

Disegni esclusivi e stampe geometriche per la capsule di Kaftani di lusso della maison Nino Lettieri ispirata dai colori dell’isola di Capri, realizzati con impalpabile chiffon e fluttuante organza di seta da mani sapienti ed esperte. Vera e pura alta moda. Per Michele Miglionico, una collezione per l’inverno 2024/25 che ricerca l’essenziale attraverso un riassunto di simboli alchemici. Dieci creazioni nei colori nero e oro rigorosamente Couture che si dividono tra giorno, cocktail e sera. I volumi sono ben calibrati secondo sapienti tagli sartoriali, con particolare attenzione alla lavorazione 'double'. Una collezione che coniuga i codici stilistici dello stilista con l’estetica e la tradizione del costume del territorio lucano. 'Noble Vanitè' è il titolo della collezione Spring/Summer 2025 di Gianni Molaro, ispirata da due donne forti e di carattere, Tamara de Lempicka e Dalida. Le proposte moda si sviluppano in long dress ricercati in cui il mikado fascia la silhouette con pizzi chantilly a contrasto, ma anche abiti in satin morbidi sia in tinta unita che in stampe bianche e nere disegnate dallo stesso couturier.

La palette cromatica predominante è quella dei bianchi e dei neri coadiuvati dal verde smeraldo e dal ciclamino impreziositi dalla perla. In passerella per Molaro la principessa Giacinta Ruspoli. Sabrina Persechino affronta, invece, il tema dell’'Equilibrio' inteso come sospensione e come proporzione tra le parti. Un insieme plastico in cui le forme trovano la propria euritmia grazie alla giusta dimensione e ai rapporti in un sistema di proporzioni intellegibile. Pieni-vuoti, aperture-chiusure, volumi, superfici, definiscono, attraverso un’unità di misura lo spazio umano. Le donne della giovane stilista romana, sempre definite ed eleganti, incisive nell’aspetto, indossano outfit rigorosamente lineari e geometrici, come sempre di forte impronta architettonica, ma di estrema eleganza e sensualità, tra cui immancabili le tute, oltre che abiti da cocktail e da grand soirée. La palette dei colori vira dal bianco al nero, passando per l’oro.

Oriente e Occidente, sapientemente integrati con la magia del Medio Oriente e la raffinatezza del made In Italy, esprimono il meglio della bellezza senza tempo nella collezione di alta moda di Jamal Taslaq. Abiti statuari, bianco e nero a dominare la scena e sfumature di verde e rosso per arricchirla, tessuti pregiati, linee geometriche lavorate con il filo di seta, specchi e cristalli. Intarsi in pelle, contrasti che creano armonia tra i colori, forme che rievocano l’impero romano e relative contaminazioni osservate dallo stilista in Terra Santa. Per Gian Paolo Zuccarello, una collezione haute couture proiettata nel futuro. Un processo sartoriale che trasforma idee in creazioni esclusive mediante l’arte nobile del 'fatto a mano'. Outfit dedicati a Jeanne du Barry, l'ultima favorita di Luigi XV di Francia, una donna dalla forte personalità, decisa pungente, spigolosa, femminile e seduttrice. Il suo carattere ha fatto prendere vita alle forme e ai volumi, abiti dai colori leggeri quasi neutri, realizzati con tessuti rigidi mikado e taffettà di seta.

Continue Reading

Ultime notizie

Esteri4 minuti ago

Russia, giornalista Gershkovich condannato a 16 anni di...

Il processo a porte chiuse si è svolto in tempi record Il giornalista americano del Wall Street Journal Evan Gershkovich...

Economia19 minuti ago

Concordato preventivo biennale, le novità sul calcolo degli...

Calcolo degli acconti per chi accede al concordato preventivo biennale con nuove regole: in caso di metodo storico arriva una...

Ultima ora42 minuti ago

Giornalisti, è morto Luca Cifoni: firma del Messaggero

Nato a Roma nel 1965, era giornalista professionista dal 1991 E' morto, dopo una malattia, Luca Cifoni, giornalista economico del...

Ultima ora51 minuti ago

Sanremo 2025, slittano ufficialmente le date: Festival...

Lo ha annunciato l’Amministratore delegato della Rai, Roberto Sergio, nel corso della presentazione dei palinsesti a Napoli: "Tutto a causa...

Ultima ora52 minuti ago

Choc in carcere, detenuto sgozza compagno di cella

L'omicidio nel carcere di Salerno: 30enne soccorso e trasferito in ospedale, dove è deceduto Lite tra compagni di cella: detenuto...

Economia1 ora ago

Cinghiali, Lollobrigida: “Anche l’esercito...

"I cinghiali sono il veicolo principale di trasmissione della peste suina africana" Anche l'esercito in campo contro la "proliferazione indiscriminata...

Sport1 ora ago

Morata al Milan, è ufficiale: avrà la maglia numero 7

Lo spagnolo ha firmato un contratto con il Club rossonero fino al 30 giugno 2028 con opzione per un altro...

Lavoro1 ora ago

La storia di Federico Nessi: “Passaggio generazionale...

Vincitore del premio 'Di Padre in Figlio-il gusto di fare impresa' Il tema del passaggio generazionale è all'ordine del giorno...

Esteri1 ora ago

Il cimitero dei tank – Ascolta

Ventotto mesi di conflitto, una guerra che nei piani di Mosca sarebbe dovuta durare poche settimane diventata una lunga e...

Immediapress2 ore ago

Decima edizione di Utility Day: the transforming landscape...

Torna l’evento organizzato da IKN, tra i più importanti del settore. Speaker d’eccezione e tutte le principali aziende del settore,...

Demografica2 ore ago

Screening gratuiti per tumore alla prostata, Lombardia...

La Lombardia sarà la prima regione a prevedere gli screening gratuiti per il tumore alla prostata. Con la campagna di...

Immediapress2 ore ago

Al supermercato COOP di Zola Predosa al via la raccolta di...

Nello spazio antistante al negozio della Cooperativa in Via Delle Officine, 27, ubicato l’ecocompattatore Coripet per il bottle to bottle....

Cronaca2 ore ago

Caldo e Covid, bollino rosso per anziani e fragili

Migliore (Fiaso): "Monitoraggio attivo per evitare scompensi e accessi in pronto soccorso" "Caldo e Covid, è bollino rosso per anziani...

Salute e Benessere2 ore ago

Effetto sole sui ritocchi al botox, per un buon risultato...

Effetto clima sui ritocchi al botox: con il sole e il caldo, serve più botulino perché la 'punturina' funzioni al...

Salute e Benessere2 ore ago

‘Proteggi sempre la tua pelle’, campagna social...

"Proteggi sempre la tua pelle", comunque essa sia. "Evita l'esposizione nelle ore più calde della giornata, dalle 11 alle 16....

Salute e Benessere2 ore ago

Scoperta proteina dell’invecchiamento, spegnerla...

L'elisir di longevità potrebbe essere una terapia che spegne l'interleuchina 11 (IL 11), un mediatore dell'infiammazione identificato come proteina dell'invecchiamento....

Tecnologia2 ore ago

Guasto informatico mondiale, cosa succede

Problemi a banche, treni, voli e società di telecomunicazioni Un guasto informatico mondiale oggi sta creando problemi a banche, treni,...

Cronaca2 ore ago

Sanità, al via il progetto Sis-Net: reti cliniche contro...

Coordinato dall'università di Palermo è finanziato con fondi del Pnrr emanati da Iss Ha l'obiettivo di creare reti cliniche di...

Esteri2 ore ago

Trump: “Sono sopravvissuto perché avevo Dio dalla mia...

Lo ha detto nel discorso con cui ha accettato la nomination repubblicana All'attentato "sono sopravvissuto perché avevo Dio dalla mia...

Lavoro2 ore ago

Pesca: tra granchio blu e vermocane pescatori ‘al...

E' allarme per le marinerie italiane da Nord a Sud secondo la 'mappa' tracciata da Confcooperative Fedagripesca: danni alle reti,...