Connect with us

Sostenibilità

Sostenibilità, il progetto ‘Da Chicco a Chicco’ arriva in...

Published

on

Sostenibilità, il progetto ‘Da Chicco a Chicco’ arriva in Emilia Romagna

Grazie a Nespresso e Banco Alimentare in occasione della Giornata Mondiale per l’ambiente 2024

Sostenibilità, il progetto ‘Da Chicco a Chicco’ arriva in Emilia Romagna

Da un chicco di caffè a un chicco di riso per chi ne ha più bisogno, grazie al recupero delle materie prime che compongono le capsule. In occasione della Giornata Mondiale per l’ambiente 2024 (5 giugno) Nespresso e Banco Alimentare dell’Emilia Romagna portano insieme il progetto 'Da Chicco a Chicco' nella regione, la quinta dopo Lombardia, Lazio, Piemonte e Puglia, proseguendo nell’impegno per il recupero e riciclo delle capsule di caffè in alluminio esauste che si trasformano in una nuova risorsa per il territorio e le comunità locali. Una collaborazione che permetterà di raggiungere 200 organizzazioni benefiche che assistono circa 22mila persone in difficoltà in tutta la regione attraverso un gesto semplice, come riciclare le capsule usate.

‘Da Chicco a Chicco’ nasce nel 2011 da un accordo siglato con Cial (Consorzio Nazionale Imballaggi Alluminio), Utilitalia e Cic (Consorzio Italiano Compostatori) ed è il progetto di economia circolare con cui Nespresso dona una seconda vita alle capsule esauste attraverso il riciclo dell’alluminio e del caffè. Il progetto permette ai clienti, parte attiva dell’iniziativa, di riconsegnare le loro capsule esauste in alluminio nell’apposita area recycling presente all’interno delle Boutique Nespresso e in isole ecologiche partner dell’iniziativa in tutta Italia. In particolare, in Emilia-Romagna i cittadini di tutte le province hanno a disposizione oggi un totale di 37 punti di raccolta (tra Boutique e isole ecologiche) ove poter riportare le capsule dopo l’uso. Un dato cresciuto del 76% da gennaio 2023 nella regione e che consente sempre una maggior semplicità e capillarità di smaltimento, per un totale di oltre 200 punti di raccolta distribuiti in più di 100 città su tutto il territorio italiano.

L’impegno a generare un impatto sempre più positivo in regione si è tradotto infatti in un coinvolgimento delle società di gestione presenti sul territorio. Tra queste, Alea Ambiente SpA con cui è stato appena siglato un accordo che, a partire da oggi, introduce 11 nuove isole ecologiche nella provincia di Forlì (tra la città e i comuni di Bertinoro, Castrocaro, Forlimpopoli, Galeata, Modigliana, Predappio, Rocca San Casciano e Tredozio) e quelli con Hera e Iren Ambiente che lo scorso novembre hanno permesso di aggiungere 5 ulteriori isole ecologiche (tra Bologna, Ferrara, Modena, Rimini e Savignano sul Rubicone). Un totale di 16 nuovi inserimenti per lo smaltimento delle capsule negli ultimi 6 mesi che si aggiungono alle 9 Boutique Nespresso e alle ulteriori 12 isole ecologiche già attive e funzionanti. Una copertura sempre più capillare su tutte le province che vede la regione al secondo posto, dopo la Lombardia, per numerosità dei punti di raccolta delle capsule.

È proprio a partire dalla riconsegna delle capsule usate che prende vita l’intero processo proprietario di Nespresso per trasformare il caffè al loro interno in riso da donare a chi ne ha più bisogno, grazie al supporto del Banco Alimentare. Una volta raccolte dalle aziende di gestione del servizio di raccolta differenziata, sia dalle boutique che dalle isole ecologiche partner, le capsule esauste vengono lavorate e recuperate: l’alluminio viene destinato alle fonderie per avviare il processo di riciclo che lo trasformerà in nuovi oggetti, mentre il caffè esausto viene inviato presso un impianto di compostaggio per la sua trasformazione in compost e successivamente ceduto a una risaia in provincia di Novara. Il riso prodotto grazie a questo concime naturale viene poi riacquistato da Nespresso e infine donato a Banco Alimentare della Lombardia, a Banco Alimentare del Lazio, a Banco Alimentare del Piemonte, ai Banchi Alimentari della Puglia e della Daunia e da oggi, al Banco Alimentare dell’Emilia Romagna.

Un impegno che Nespresso porta avanti dal 2011, anno di attivazione del progetto, e che ha portato nella sola Emilia-Romagna al riciclo di oltre 930 tonnellate di capsule esauste, che hanno permesso a loro volta di ottenere più di 55 tonnellate di alluminio pronto per essere fuso e trasformato in nuovi oggetti come penne, coltellini, segnalibri, biciclette, e quasi 500 tonnellate di caffè esausto. La raccolta, in crescita costante nel corso degli ultimi anni, ha visto inoltre un incremento del +37% nel primo trimestre 2024.

“Siamo davvero felici di poter accogliere il Banco Alimentare dell’Emilia Romagna nel nostro progetto Da Chicco a Chicco - spiega Silvia Totaro, Sustainability&She Manager di Nespresso Italiana - nonché di annunciare un nuovo incremento di punti di raccolta. Il nostro obiettivo di continuare a stimolare il corretto smaltimento delle capsule di caffè in alluminio ci porta a continuare a investire sul territorio per rendere sempre più facili e possibili comportamenti virtuosi in questo senso. La forte partecipazione anche delle aziende di gestione della raccolta sul territorio e l’impegno della regione sui temi ambientali e di impatto sociale è un messaggio importante che ci ha portato a questo nuovo pezzo di percorso anche in Emilia Romagna, e che vedrà la prima consegna di riso il prossimo dicembre”.

“Questa partnership con Nespresso - dichiara Gianluca Benini, direttore di Banco Alimentare Emilia Romagna - ci consentirà di donare 10mila kg di riso ad organizzazioni benefiche convenzionate con il Banco sul nostro territorio. Siamo grati a Nespresso per averci resi partecipi di questo progetto di economia circolare, tema da sempre presente nella nostra azione quotidiana per combattere lo spreco alimentare. Da oltre 30 anni, infatti, siamo impegnati nel recupero e nella distribuzione del cibo che, mediante l’ampia rete di associazioni ed enti convenzionati, arriva capillarmente a persone in difficoltà nella nostra regione”.

Grazie alla collaborazione ormai consolidata tra Nespresso e Banco Alimentare, nei 13 anni di vita del programma ‘Da Chicco a Chicco’ sono stati donati 5.500 quintali di riso, equivalenti a oltre 6 milioni di piatti. Mentre nel solo 2023, tramite i banchi alimentari della Lombardia, del Lazio, del Piemonte e della Puglia, è stato possibile donare circa 900 quintali di riso, l’equivalente di 1 milione di piatti di riso (1 piatto = 90gr), che hanno raggiunto più di 2.500 strutture caritative, tra case di accoglienza, unità di strada, mense e spazi dedicati al supporto, e oltre 500mila persone in difficoltà, attraverso consegne dedicate e pacchi solidali. Un impegno che, con il nuovo ingresso del Banco Alimentare dell’Emilia Romagna, permetterà un supporto sempre maggiore alle organizzazioni che in Italia si adoperano per prestare aiuto ai più fragili.

‘Da Chicco a Chicco’ fa parte del programma ‘Nespresso per l’Italia’, un insieme di iniziative concrete e di varia natura, tutte accomunate dall’obiettivo di rendere ogni tazza di caffè Nespresso sostenibile per l’ambiente, per la cultura e per le persone.

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Sostenibilità

Scoperto un metodo sostenibile per la separazione delle...

Published

on

Foto di cottonbro

Al centro di un’aspra contesa tra poteri pubblici e privati, le terre rare rappresentano una materia prima essenziale per le produzioni ad alto valore aggiunto. Prima di poter essere impiegate, però, devono essere sottoposte a una serie di trattamenti chimici che hanno un profondo impatto sull’ambiente. Gli esperti dell’Eth di Zurigo propongono una soluzione incentrata sui tetratiometallati, piccole molecole inorganiche, che renderebbero sostenibile il processo di separazione. Per ora, questo metodo è applicabile al solo europio, ma i risultati, comparsi su “Nature Communications”, sono promettenti.

Continue Reading

Sostenibilità

Rapporto Ecomafia, 97,2 reati ambientali al giorno nel 2023

Published

on

Il dossier di Legambiente

 - (Fotolia)

Aumentano i reati ambientali nel 2023 e salgono a 35.487, registrando +15,6% rispetto al 2022, con una media di 97,2 reati al giorno, 4 ogni ora. Illeciti che si concentrano soprattutto nel Mezzogiorno e in particolare in Campania, Puglia, Sicilia e Calabria dove si concentra il 43,5% degli illeciti penali, +3,8% rispetto al 2022. Tutto il mercato illegale nella Penisola è valso nel 2023 ben 8,8 miliardi. A tracciare un quadro di sintesi è il nuovo report di Legambiente 'Ecomafia 2024. Le storie e i numeri della criminalità ambientale in Italia', nel 30esimo anno dalla sua prima pubblicazione, e i cui dati sono stati presentati oggi a Roma.

Ciclo illegale del cemento in testa

Nel 2023 in Italia - spiega Legambiente - aumenta anche il numero delle persone denunciate (34.481, +30,6%), così come quello degli arresti (319, +43% rispetto al 2022) e quello dei sequestri (7.152, +19%). Tra gli illeciti, nella Penisola continua a salire la pressione del ciclo illegale del cemento (13.008 reati, +6,5%), che si conferma sempre al primo posto tra i reati ambientali; ma si registra soprattutto l’impennata degli illeciti penali nel ciclo dei rifiuti, 9.309, + 66,1% che salgono al secondo posto. Al terzo posto con 6.581 reati la filiera degli illeciti contro gli animali (dal bracconaggio alla pesca illegale, dai traffici di specie protette a quelli di animali da affezione fino agli allevamenti); seguita dagli incendi dolosi, colposi e generici con 3.691 illeciti. Crescono anche i numeri dell’aggressione al patrimonio culturale (642 i furti alle opere d’arte, +58,9% rispetto al 2022) e degli illeciti nelle filiere agroalimentari (45.067 illeciti amministrativi, + 9,1% rispetto al 2022), a cominciare dal caporalato. Sono inoltre 378 i clan mafiosi censiti

Campania al primo posto

A livello regionale la Campania si conferma al primo posto della classifica con più illeciti ambientali, 4.952 reati, pari al 14% del totale nazionale, seguita da Sicilia (che sale di una posizione rispetto al 2022, con 3.922 reati, +35% rispetto al 2022), Puglia (scesa al terzo posto, con 3.643 illeciti penali, +19,2%) e Calabria (2.912 reati, +31,4%). La Toscana sale dal settimo al quinto posto, seguita dal Lazio. Passa dal quindicesimo al settimo posto la Sardegna. Tra le regioni del Nord, la Lombardia è sempre prima. A livello provinciale, Napoli torna al primo posto, a quota con 1.494 reati, seguita da Avellino (in forte crescita con 1.203 reati, pari al +72,9%) e Bari. Roma scende al quarto posto, con 867 illeciti penali, seguita da Salerno, Palermo, Foggia e Cosenza. La prima provincia del Nord è quella di Venezia, con 662 reati, che si colloca al nono posto ed entra nella classifica delle prime venti province per illegalità ambientale.

Continua l’applicazione della legge 68/2015 sugli ecoreati che nel 2023 ha superato la quota 600, anche se registra un lieve calo rispetto all’anno precedente quando era stata contestata 637 volte. Un calo dovuto al calo dei controlli, passati da 1.559 a 1.405. Il delitto di inquinamento ambientale resta nel 2023 quello più contestato, 111 volte, portando a ben 210 denunce e 21 arresti. Altro dato riguarda i comuni commissariati che sono attualmente 19.

I dati sull'abusivismo

La pressione dell’illegalità resta alta anche sul tema abusivismo edilizio. La conferma arriva anche dai dati ribaditi nella Relazione del 2024 sugli indicatori del Bes (Benessere equo e sostenibile). Soprattutto al Sud, dove si concentra il 48,8% delle nuove costruzioni abusive.

Continue Reading

Sostenibilità

Clima 2023, temperature minime mai così alte

Published

on

I dati del report Snpa

Siccità - (Fotolia)

Temperature minime da record nel 2023 che si piazza al secondo posto invece per i valori medi annuali. Secondo i dati del report Snpa 'Il clima in Italia nel 2023', non sono mai state così alte in Italia le temperature minime giornaliere: +1,20 °C l’anomalia registrata nel 2023. Mentre salgono i valori di quelle più basse, lo scorso anno risulta il secondo, con un’anomalia di +1,14 °C, per temperature medie rispetto al valore climatologico del periodo 1991-2020, dopo il record di +1,23 °C del 2022. Il 2023, poi, è il decimo anno consecutivo con anomalia positiva rispetto alla media.

Ottobre rovente, ondate di calore intense durante l'estate

Ottobre è stato il mese relativamente più caldo: con +3,27 °C sopra il valore climatologico ha segnato il punto più alto della propria serie mensile dal 1961. Marcate anomalie superiori a +2 °C si sono registrate anche a luglio e settembre. In estate, l’Italia è stata investita da intense onde di calore, con le temperature di 48,2 °C registrate il 24 luglio a Jerzu e Lotzorai, nella Sardegna sud-orientale, massimo assoluto mai registrato in Sardegna, inferiore di 0,6 °C al record europeo di 48,8°C registrato a Siracusa l’11 agosto 2021.

Mare caldo

Analogamente alla temperatura dell’aria, la temperatura superficiale dei mari italiani nel 2023 si colloca al secondo posto della serie storica, con un’anomalia di +0,9 °C rispetto alla media climatologica 1991-2020.

2023 anno segnato dalle alluvioni

Sul fronte delle precipitazioni, dopo il grave deficit del 2022 (-22%), il dato annuale in Italia nel 2023 risulta quasi nella media con un -4% rispetto al periodo 1991-2020. Con una prevalenza di anomalie negative mensili durante l’anno, persistenti da luglio a dicembre al Sud e Isole, i mesi più secchi sono stati febbraio (-56%) e settembre (-51%), mentre i mesi più piovosi maggio (+143%) e giugno (+77%). Particolarmente disastrose sono state le alluvioni che hanno colpito l’Italia centrale, ricorda Snpa con riferimento in particolari agli eventi di maggio in Emilia-Romagna e novembre in Toscana. "Le precipitazioni eccezionali in Emilia-Romagna e Toscana, come quelle particolarmente scarse in Sicilia e in parte della Calabria ionica, sono emblematiche di un’estremizzazione del clima mediterraneo", sottolinea Spna.

Ancora condizioni di siccità e severità idrica

Allo stesso tempo, siccità e i conseguenti problemi di severità idrica hanno continuato a interessare l’Italia nel corso del 2023, sebbene in maniera differenziata rispetto alla situazione critica riscontrata nel 2022. Infatti, dopo il minimo storico di risorsa idrica registrato nel 2022, cioè 67 miliardi di metri cubi, circa la metà del valore medio del trentennio climatologico 1991-2020, la disponibilità di risorsa idrica naturale è in ripresa nel nostro Paese nel 2023, stimata in 112,4 miliardi di metri cubi. L’Italia risulta comunque nel 2023 ancora in condizioni di siccità e severità idrica, avendo una disponibilità di risorsa idrica inferiore del 16% rispetto al valore medio 1991-2020.

Continue Reading

Ultime notizie

Spettacolo34 minuti ago

Caso Morgan e Angelica Schiatti, lui: “Vi racconto...

L'artista su Instagram: "Vi do un'anticipazione, domani e poi tutti i giorni avrete un pezzo per comporre il quadro totale"...

Spettacolo57 minuti ago

Brenda e Kelly, l’addio di Jennie Garth a Shannen...

L'attrice in un post: "Era coraggiosa, appassionata, determinata e molto amorevole e generosa. Ho il cuore spezzato" "Sto ancora elaborando...

Cronaca2 ore ago

Italia nella morsa del caldo, temperature infernali:...

Colonnina sempre sopra i 34 -37 gradi su tante città con picchi addirittura di 42-43°C sulle zone interne della Sicilia...

Ultima ora2 ore ago

Bari, incendio a pronto soccorso Policlinico: pazienti...

Le fiamme da una sezione di un quadro elettrico al piano interrato del padiglione Asclepios Un incendio si è sviluppato...

Ultima ora2 ore ago

Trump a Milwaukee per convention repubblicana dopo...

Scendendo dall'aereo il tycoon ha alzato il pugno come dopo l'attacco. Servizi segreti sotto accusa, presidente Usa: "Avviata inchiesta" Un...

Cronaca3 ore ago

Parapendista precipita a Cefalù, intervento con elicottero

Soccorso Alpino e Speleologico Siciliano e IV Reparto Volo della Polizia di Stato sono intervenuti nella zona di Cefalù (Palermo)...

Esteri10 ore ago

Attentato Trump, un agente ha provato a fermare il cecchino

Un poliziotto ha provato a salire sul tetto, Crooks ha puntato l'arma Un agente di polizia ha provato a fermare...

Sport11 ore ago

Coming out di Ralf Schumacher, su Instagram foto con il...

L'ex pilota di Formula Uno: "La cosa più bella della vita è quando hai al tuo fianco il compagno giusto...

Esteri11 ore ago

Attentato Trump, il cecchino ha agito da solo: il punto...

L'Fbi ha aperto l'indagine "per potenziale atto di terrorismo interno". Ecco chi è l'attentatore Le indagini sull'attentato a Donald Trump,...

Sport11 ore ago

Spagna campione d’Europa, Inghilterra battuta 2-1 in...

Decisivo il gol di Oyarzabal all'86' La Spagna è campione d'Europa. Nella finale di Euro 2024, a Berlino, la nazionale...

Cronaca11 ore ago

Omicidio Mollicone, lettera a Mattarella e Meloni:...

La missiva è firmata da Bianca Maria Ferrante, amica di Guglielmo Mollicone, padre della giovane di Arce uccisa nel 2001...

Esteri11 ore ago

Attentato Trump, Servizi Segreti sotto accusa. Biden:...

Dubbi sull'operato degli agenti. Il presidente chiede un'indagine sulle misure adottate al comizio I Servizi Segreti sotto accusa dopo l'attentato...

Cronaca12 ore ago

Furto in casa Nasti-Zaccagni, rubati gioielli e Rolex

Lo denuncia, via Instagram, la stessa Nasti: "Pezzi di mer.." Furto in casa del calciatore della Lazio Mattia Zaccagni e...

Cronaca13 ore ago

Due ragazzi trascinati via dalla corrente del Brenta,...

Continuano le ricerche dell'altro disperso E' stato recuperato dai vigili del fuoco il corpo di uno dei due ragazzi dispersi...

Esteri13 ore ago

Attentato Trump, Biden: “Protezione massima,...

"Un tentato omicidio è contrario a tutto ciò per cui ci battiamo in questo Paese. In America non c'è spazio...

Sport14 ore ago

Mondiale motonautica a Rodi Garganico, i risultati della...

Giornata conclusiva della motonautica mondiale al Porto di Rodi Garganico dove lo sport, lo spettacolo ed il fair play hanno...

Esteri14 ore ago

Attentato a Trump, da Shinzo Abe a Rabin fino a Fico: gli...

Attentati o tentativi di assassinio contro leader politici, i precedenti Dal presidente degli Stati Uniti John Fitzgerald Kennedy, ucciso in...

Ultima ora14 ore ago

Precipitano in Val Ferret, morti 2 alpinisti vicino...

A dare l'allarme un terzo alpinista che si trovava con le vittime Due alpinisti sono morti dopo essere precipitati in...

Lavoro15 ore ago

Vino, a VinoVip Cortina ‘Civiltà del bere’...

L’imprenditrice abruzzese è amministratore unico di Masciarelli Tenute Agricole È Marina Cvetic, amministratore unico di Masciarelli Tenute Agricole, la vincitrice...

Lavoro15 ore ago

Turismo, in Norvegia la via artica alla sostenibilità passa...

Primo albergo al mondo completamente fatto di ghiaccio e aperto 365 giorni all’anno Dormire in stanze di ghiaccio, tra sculture...