Connect with us

Immediapress

Festival Regionale dell’Economia Civile:focus su territori...

Published

on

Festival Regionale dell’Economia Civile:focus su territori e visione europea

Festival Regionale dell’Economia Civile:focus su territori e visione europea

Roma, 18 maggio 2024 - Seconda giornata di lavori per il Festival Regionale dell’Economia Civile in corso a Rieti, tappa del percorso di avvicinamento alla 6ª edizione del Festival Nazionale dell’Economia Civile 2024, promosso da Federcasse (Associazione Nazionale delle Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali) e da Confcooperative, organizzato e progettato con NeXt (Nuova Economia per Tutti), con la collaborazione di SEC (Scuola di Economia Civile) e il contributo di Fondosviluppo e realizzato grazie all'impegno di Campagna Sabina.

Dopo una mattinata di incontro con le scuole, nel pomeriggio i lavori sono proseguiti con il panel “Strategie per lo sviluppo locale sostenibile, partecipato e civile”, nel corso del quale si sono susseguiti interventi di rilievo.

Leonardo Becchetti (Direttore Festival Nazionale Economia Civile e Co-fondatore NeXt Economia) ha dichiarato: «La comunità sociale economica è composta da grandi aree urbane, ma anche da tantissime realtà interne che, con la crisi demografica, sono a rischio. Qui le popolazioni, troppo spesso, non sono al centro dell’attenzione e soffrono di una diseguaglianza di rappresentazione. Fare un Festival di questo tipo a livello regionale è importante, perché certifica l’attenzione dell’economia civile ai problemi del territorio».

Maurizio Aletti (Direttore Generale di Federlus) ha sottolineato come «le banche di credito cooperativo svolgono un ruolo significativo contro lo spopolamento bancario. Molti istituti lasciano i territori perché, dal loro punto di vista, sono meno redditizi. Le banche di credito cooperativo, al contrario, cercando di mantenere i presidi territoriali per i soci ed i clienti delle comunità locali e nel lazio tale azione è significativa».

Pinuccia Niglio (Prefetto di Rieti) ha dichiarato: «La sicurezza non è lontana dalla felicità, dalla società felice. È evidente, d’altronde, la coincidenza tra gli scopi dell’economia sociale e civile e gli obiettivi principali della nostra Costituzione. Le Istituzioni, non va dimenticato, hanno il dovere di rimuovere ciascuno ostacolo che impedisca la piena realizzazione della persona».

Per Cristina De Luca (Presidente CSV Lazio) «il volontariato è uno di quei soggetti presenti sul territorio che devono lavorare in ottica di relazione tra di loro, superando steccati un tempo ideologici, per permettere maggiore consapevolezza verso l’impegno gratuito che pone al centro la persona, anche superando le disuguaglianze. Il volontariato irradia l’impegno del singolo rendendolo impegno comunitario, il tutto riuscendo a tenere lo sguardo a presente e congiuntamente al futuro».

Stefania Mancini (Presidente Assifero) ha ricordato come ci siano «centinaia di migliaia di fondazioni ed enti filantropici in Europa. Le Fondazioni al momento sono dall’UE comprese nel piano di azione dell’economia sociale come soggetti strategici e non solo finanziatori grazie a uno straordinario processo di lettura dei territori. Le cosiddette Fondazioni di comunità a livello territoriale sono una prassi molto interessanti da considerare in questo quadro, poiché vivono esclusivamente se avallate dai soggetti che rappresentano i diritti degli abitanti del territorio e dagli abitanti stessi. Le Fondazioni non di comunità, invece, hanno il diritto e il dovere di aiutare le organizzazioni locali, comprese quelle di volontariato, svolgendo un ruolo altrettanto importante per i territori».

«In Italia si è accentrato tutto nelle grandi città, soprattutto a livello di sviluppo economico. Tutto ciò ha depauperato le aree interne, che si sono impoverite demograficamente. Come Regione Lazio vogliamo dare nuova linfa alle aree interne» ha dichiarato Manuela Rinaldi (Assessore Lavori Pubblici, Politiche di Ricostruzione, Viabilità, Infrastrutture, Regione Lazio).

Dal territorio, il focus si è spostato all’internazionalità con il panel “L’economia sociale e civile in Europa”. «L’economia sociale guarda a soggetti aggregati e strutturati, ponendosi obiettivi concreti. Se parliamo di economia civile, però, dobbiamo avere un respiro più ampio e un orizzonte dove non c’è chi sta dentro e chi sta fuori. In economia civile le persone provano a sentirsi parte di una comunità con un legame più profondo con l’idea dei territori e il benessere collettivo» ha detto Francesca Coleti (Responsabile Terzo Settore ed economia sociale ARCI Nazionale).

Per Paolo Dalla Sega (Manager Culturale Greccio 2023, Curatore Piano di politiche culturali Trento 2034) «bisogna insegnare ai territori che si raggiungono più risultati in logica di rete. Questo è il fondamento dell’economia sociale e civile: tenere insieme mondi che viaggiano separati, perché insieme si raggiungono traguardi più importanti. Nelle aree interne il protagonismo si traduce troppo spesso in particolarismo. Bisogna superare questi sentimenti irrazionali e cominciare a crescere insieme, condividendo obiettivi».

Silvia Stilli (Portavoce AOI Cooperazione E Solidarietà Internazionale) ha evidenziato come «l’economia civile in Italia è un dato caro e assodato se parliamo del suo valore. Purtroppo non per la sua diretta applicazione. A livello europeo, invece, c’è differenza e siamo ancora un po’ indietro. Il nostro Paese ha più senso di comunità per sviluppare economie più sostenibili che siano di giustizia sociale, di felicità e benessere complessivo».

IL PROGRAMMA COMPLETO DEL FESTIVAL

https://www.festivalnazionaleeconomiacivile.it/festival-regionale-delleconomia-civile

LINEE GUIDA PER L’ECONOMIA SOCIALE E CIVILE

https://www.festivalnazionaleeconomiacivile.it/linee-guida-per-uneuropa-sociale-civile-e-partecipata/

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Immediapress

Tosyalı Sulb ha dato inizio all’investimento del più grande...

Published

on

Tosyalı e Libya United Steel Company for Iron and Steel Industry (SULB) hanno firmato un accordo con l’intento di costruire il più grande complesso DRI (Direct Reduction Iron) del mondo a Bengasi, in Libia

Bengasi, 19/07/2024 - Tosyalı, produttore globale di acciaio “green”, ha dato il via ad una strategia di espansione dei propri investimenti in tre continenti, dall’Europa all’Africa e all’Asia. In linea con questa lungimirante azione strategica, Tosyalı e Libya United Steel Company for Iron and Steel Industry (SULB) hanno firmato un accordo con l’intento di costruire il più grande complesso DRI (Direct Reduction Iron) del mondo a Bengasi, in Libia.

Tosyalı, produttore globale di acciaio “green”, ha avviato un nuovo investimento siderurgico a livello mondiale in Libia, a Bengasi, succedendo ai precedenti investimenti portati avanti in Turchia, Algeria, Senegal, Angola e Spagna.

Continuando la sua crescita mondiale ed espandendo geograficamente gli investimenti in tre continenti, Tosyalı amplia ulteriormente la sua sfera di influenza nel bacino del Mediterraneo con Bengasi (Libia), che precedentemente riguardava solo con l’Algeria.

Durante la cerimonia, il presidente di Tosyalı Holding, Fuat Tosyalı, ha dichiarato: "Siamo entusiasti di espandere i nostri investimenti lungo le coste mediterranee dell'Africa, una regione strategica e prioritaria che abbiamo identificato e dove ci stiamo impegnando da anni, cercando di guardare al futuro. Concentrandoci su acciaio a valore aggiunto basato sulla produzione locale, i nostri investimenti regionali generano un impatto economico, ambientale e sociale positivo promuovendo valore, occupazione, sviluppo e benessere nei paesi in cui siamo presenti. Siamo molto lieti di portare le nostre competenze e capacità produttive di acciaio a valore aggiunto a Bengasi, in Libia, con questo nuovo complesso dove abbiamo completato le indagini sul terreno e i lavori di ingegneria e dove la costruzione e l’assemblaggio inizieranno nei prossimi giorni. Credo fermamente che saremo i pionieri nella trasformazione dell’industria siderurgica libica in un ecosistema in grado di soddisfare le esigenze dell’industria siderurgica mondiale, producendo manufatti in acciaio verde di alta qualità con standard elevati e basse emissioni di carbonio, avvalendoci di tecnologie sofisticate, innovazione, ricerca e sviluppo nella struttura integrata che abbiamo intenzione di costruire. Spero che questo accordo vada a beneficio di entrambe le aziende e del nostro paese amico e fraterno, la Libia."

Condividendo i suoi sentimenti e pensieri, Ahmed Gadalla, presidente della Libya United Steel Company for Iron and Steel Industry (SULB), al termine della cerimonia ha dichiarato: "Siamo lieti e orgogliosi di compiere un passo importante verso l'industrializzazione della Libia e lo sviluppo dell’industria siderurgica collaborando con Tosyalı, produttore globale di acciaio e leader nell'acciaio ecosostenibile in tre continenti. Questo accordo aiuterà entrambi i gruppi a fare un importante passo avanti e a rafforzare ulteriormente i legami economici tra la Libia e la Turchia. Questo investimento posizionerà Bengasi e la Libia come protagonisti nella produzione globale di acciaio e avrà un impatto significativo sull’acciaio green e sulla decarbonizzazione. Spero che questo importante investimento globale possa andare a beneficio sia delle aziende che della Libia, a seguito dei rapidi progressi compiuti con la nostra partnership”.

Gli impianti DRI più grandi del mondo, con una capacità totale di 8,1 milioni di tonnellate

Grazie all'accordo raggiunto, le due società hanno fondato a Bengasi un nuovo brand denominato Tosyalı-SULB. Il progetto che verrà realizzato da Tosyalı SULB comprende una serie di investimenti significativi che contribuiranno in modo significativo allo sviluppo dell'industria libica, in particolare per quanto riguarda il settore siderurgico, e, di conseguenza, all'occupazione.

Nell'ambito del progetto di investimento verranno costruiti gli impianti DRI più grandi del mondo, con una capacità totale di 8,1 milioni di tonnellate. Questi impianti saranno dotati della tecnologia MIDREX Flexi DRI, utilizzata anche a Tosyalı Algérie.

Grazie a questa tecnologia, l'impianto può funzionare utilizzando l'idrogeno, una fonte di energia pulita, che lo rende una delle strutture leader a livello mondiale per la produzione di acciaio green ed ecosostenibile. Gli investimenti per la prima fase di realizzazione del complesso siderurgico integrato, che avrà una capacità di 2,7 milioni di tonnellate, partiranno immediatamente. L'impianto soddisferà il fabbisogno di HBI (Hot Bricket Iron) della vicina regione e dell'Europa in termini di acciaio green, rafforzando ulteriormente la posizione di produttore globale già raggiunta da Tosyalı.

Una volta completato questo investimento, Tosyalı diventerà il più grande fornitore sul mercato internazionale nella fornitura di HBI, il principale prodotto intermedio necessario nel processo produttivo “green”.

Dati di contatto

Dogukan Unal

dunal@dha.com.tr

International Relations Director

902124135252

Continue Reading

Immediapress

Umbria. Pro Vita Famiglia: PD critica legge sulla famiglia,...

Published

on

Umbria. Pro Vita Famiglia: PD critica legge sulla famiglia, così va contro donne, giovani e libertà educativa

19 luglio 2024. «Ancora una volta il Partito Democratico si lascia trascinare dalle istanze dei collettivi transfemministi e finisce per andare nella direzione opposta alla tutela di famiglie, donne, giovani e bambini. Le critiche del PD alla proposta di legge regionale sulla famiglia in Umbria, infatti, non sono altro che pura ideologia, ma evidentemente a sinistra vogliono lasciare da parte le famiglie e continuare a far crollare, in Umbria e in tutta Italia, le nascite, anziché combattere questo tragico inverno demografico. I dem hanno perso una buona occasione per stare dalla parte delle famiglie italiane e delle donne perché la proposta di legge, a prima firma Paola Fioroni della Lega, prevede infatti politiche mirate e strutturate al sostegno della famiglia, della natalità, delle neo mamme e dei nuclei familiari numerosi e quelli monoparentali. Dovrebbe in tal senso avere un consenso unanime, peccato che non sia così, aver pensato al bonus bebè, al bonus per le neo mamme per conciliare vita familiare e lavorativa, ai contributi per il diritto allo studio e allo sport dei più giovani, alla tutela della libertà educativa dei genitori, l’inserimento di una nuova norma per tutelare gli orfani di padre e di madre e soprattutto l’introduzione del “fattore famiglia”, un parametro che supera l’Isee e permette di valutare risposte più consone alle esigenze delle famiglie. Allo stesso modo è positivo che la proposta abbia pensato anche alla creazione di un Dipartimento per le politiche familiari, che speriamo possa diventare un luogo di confronto con le associazioni, per indirizzare al meglio le politiche per la famiglia in Umbria. Ci auguriamo dunque che le barricate ideologiche del PD non scalfiscano la volontà di portare fino in fondo questa legge e che dunque venga discussa in Aula dal Consiglio Regionale dell’Umbria nel più breve tempo possibile e che venga presa ad esempio da altre regioni italiane».

Così Jacopo Coghe, portavoce di Pro Vita & Famiglia onlus, in merito alla proposta di legge sulla Famiglia e alla sua recente approvazione da parte della Terza Commissione del Consiglio Regionale dell’Umbria, la quale modifica il Testo unico in materia di sanità e servizi sociali e alle critiche mosse dal Partito Democratico che ha definito il provvedimento “ideologico e oscurantista”.

Ufficio Stampa Pro Vita e Famiglia Onlus

t.: 0694325503

m.: 3929042395

Continue Reading

Immediapress

Tappeti antichi da collezione, il fascino senza tempo della...

Published

on

tappeto-antico

Castelvetro (PC), 19/07/2024 - Il fascino dei tappeti antichi è come un viaggio attraverso il tempo. Questi manufatti preziosi vanno oltre la semplice decorazione, sono tesori culturali che raccontano storie antiche. Ogni tappeto è un’opera d’arte, capace di suscitare emozioni e riflessioni. Apprezzare un tappeto significa immergersi in un mondo di simboli, colori e tecniche che hanno attraversato secoli e continenti. I tappeti sono molto più di elementi di arredo, sono frammenti di storia e cultura. La loro bellezza risiede nella capacità di unire misticismo, estetica e una profonda connessione tra diverse tradizioni culturali.

Abbiamo parlato di Tappeti Antichi da collezione con Morandi Tappeti, il punto di riferimento italiano per i tappeti di design, di seguito un resoconto della nostra chiacchierata.

La complessità e la bellezza dei tappeti antichi

La bellezza dei tappeti antichi orientali sta nella loro intricata complessità. Ogni pezzo è un microcosmo di storia, arte e tecnica. Dai tappeti persiani ai caucasici, dai cinesi agli anatolici, ogni esemplare racconta storie uniche. Non si tratta solo di complementi di arredo, ma di vere e proprie opere d'arte, create a mano con una maestria tramandata di generazione in generazione. Ogni tappeto è unico, con dettagli finemente annodati, colori vibranti e disegni che portano simboli antichi. Ogni tappeto riflette la cultura e l'anima del suo luogo di origine, fondendo influenze religiose, artistiche e culturali. Questo insieme di elementi crea un impatto visivo ed emotivo straordinario.

Tipologie e origini dei tappeti da collezione

La varietà dei tappeti antichi da collezione è straordinaria, con ogni pezzo che rappresenta una combinazione unica di epoca e provenienza. I tappeti persiani e caucasici sono solo l'inizio di questo affascinante mondo. Altri esempi degni di nota includono i tappeti turcomanni, cinesi, e anatolici, ciascuno con caratteristiche distintive. I tappeti Agra, provenienti dalle manifatture Amritzar, e i rari tappeti Khotan e Samarkanda, sono esempi di eccellenza tessile. Ogni tappeto è un capolavoro, annodato in pochi esemplari, riflettendo la rarità e il prestigio che li rendono ambiti dai collezionisti. Possiamo sicuramente affermare che questi tappeti sono veri e propri tesori, pezzi d'arte che meritano di essere esposti in un museo.

Il valore emotivo dei tappeti

Il valore dei tappeti antichi è strettamente legato alle emozioni e alle culture che rappresentano. Questi manufatti sono intrisi di cultura, ogni filo racconta una storia che affonda le radici nelle tradizioni delle civiltà passate. Ogni tappeto riflette l'anima del suo creatore, le influenze religiose, artistiche e sociali del tempo. I colori e i motivi utilizzati non sono casuali, ma espressioni di un linguaggio simbolico che parla di identità e di comunità. Questi tappeti sono frammenti di vita che portano con sé storie e tradizioni uniche. Ogni dettaglio è un testimone silenzioso di un'epoca passata, capace di evocare immagini e sensazioni profonde.

La passione per i tappeti antichi

Collezionare tappeti antichi è un'autentica passione, richiede dedizione, conoscenza e un profondo amore per l'arte. Ogni tappeto scelto è frutto di una ricerca meticolosa, un viaggio che spesso rivela storie sorprendenti e connessioni culturali intense. Senza ombra di dubbio, chi si dedica a questa attività lo fa con grande amore. Lavare, analizzare e restaurare questi capolavori non è solo un lavoro, ma un gesto di cura che permette di riscoprire la loro bellezza originale. Il contatto diretto con questi manufatti consente di "sentire" il tappeto, di percepire le emozioni e le storie che racchiude. Ogni dettaglio, ogni filo, diventa un testimone del passato, trasformando il collezionismo in una forma d'arte viva e palpitante.

Scarica il libro fotografico di Morandi Tappeti

Immagini che parlano, racconti tessuti nei fili di tappeti antichi. Ogni tappeto è una finestra su epoche lontane, con dettagli e colori che incantano. Il libro fotografico di Morandi Tappeti, creato con passione e precisione, offre una collezione unica di immagini dei tappeti più significativi. Un'opera che non è solo visiva, ma un'esperienza sensoriale. Le fotografie catturano la bellezza intrinseca di ogni pezzo, permettendo di apprezzarne la maestria artigianale e il valore storico. Possiamo sicuramente affermare che sfogliare questo libro è come fare un viaggio nel tempo, tra culture e tradizioni antiche. Ogni pagina invita a scoprire il fascino e la raffinatezza di questi capolavori tessili, rendendo omaggio alla loro eredità culturale e artistica.

Dove ammirare le creazioni di Morandi Tappeti

Toccare con mano questi tappeti significa percepirne la qualità e la bellezza, vivendo un'esperienza sensoriale unica. La galleria Arte Totale, in Via Barsanti 34 a Pietrasanta (LU), dal 22 Luglio al 5 Agosto 2024 diventerà un vivace punto di incontro per gli appassionati di arte e design, unendo sapientemente tradizione e innovazione. Fabio Morandi sarà presente per rispondere a domande e condividere storie affascinanti sulla provenienza e il trattamento di ogni pezzo esposto. Un'occasione imperdibile per chi cerca autenticità e creatività.

Contatti

Morandi Tappeti

Via Duchi e Molinari 28

29010 Castelvetro (PC)

Tel. 0523 / 824453 - Cell. 335 / 6129497

fabiomorandi@moranditappeti.it - info@moranditappeti.it

Continue Reading

Ultime notizie

Esteri39 minuti ago

I punti di forza di Kamala Harris secondo Alcaro (IAI)

Secondo Riccardo Alcaro dell'Istituto Affari Internazionali, Harris è l'unica candidata possibile. Con Trump-Vance uno scontro duro ma entusiasmante "Kamala Harris...

Esteri1 ora ago

Ritiro Biden, la sfida di Kamala Harris: oltre 500 deputati...

Per la vicepresidente più di 10 ore al telefono con oltre 100 leader di partito, membri del Congresso, governatori, dirigenti...

Esteri2 ore ago

Trump: “Biden non ha il covid, oggi dimenticherà di...

Il tycoon tra accuse e colpi bassi nei confronti del presidente Usa: "Se non può candidarsi, non può governare il...

Cronaca2 ore ago

Caldo in pausa, torna qualche temporale: ecco dove e per...

Ma già dal weekend le cose potrebbero cambiare Finalmente una tregua dal caldo africano. Una pausa breve, ma pur sempre...

Ultima ora4 ore ago

Kamala Harris, vietato sbagliare: ora la vice di Biden non...

Dopo il flop del 2020 e i gli ultimi, difficili anni alla Casa Bianca, la possibile candidata dem alle presidenziali...

Cronaca4 ore ago

Temporali e forti piogge al Centro-Sud, allerta maltempo...

Dopo le forti ondate di calore, tornano rovesci di forte intensità: ecco le regioni interessate Dopo le forti ondate di...

Cronaca10 ore ago

Roma, tre evasi da carcere minorile Casal del Marmo

Tre giovani tunisini hanno approfittato del caos dopo una rissa Tre minori tunisini sono evasi dal carcere minorile di Roma...

Esteri10 ore ago

Zelensky: “Ucraina grata a Biden, Usa rimangano con...

Il messaggio del leader ucraino per il presidente americano Volodymyr Zelensky rende omaggio a Joe Biden, per "l'incrollabile sostegno" dato...

Esteri11 ore ago

Biden si ritira: la resa del presidente in 24 ore, dalla...

La decisione, il contatto con gli amici, la lettera affidata a X Joe Biden ha deciso di ritirare la candidatura...

Esteri11 ore ago

Biden si ritira, Trump: “Via il presidente peggiore,...

L'ex presidente: "Pensate che Joe abbia il covid? Voleva solo scappare" Joe Biden ritira la candidatura, Donald Trump si prepara...

Esteri11 ore ago

Biden-Harris, il passaggio di testimone non è scontato:...

Con la rinuncia del presidente, a Chicago si avrà una convention aperta con la possibilità di diversi candidati: Kamala front...

Esteri11 ore ago

Biden si ritira e lancia Kamala Harris: “Mi...

Il presidente Usa cede al pressing e lascia. Endorsement alla vice, Trump esulta: "Ora più facile vincere" Dopo settimane di...

Esteri12 ore ago

Biden si ritira, Tajani: “Usa amici dell’Italia...

Le reazioni dopo l'annuncio del presidente americano Joe Biden ritira la candidatura per le elezioni Usa 2024 e cede il...

Esteri13 ore ago

Elezioni Usa, Rizzo (Atlantic Council): “Harris...

L'Adnkronos ha contattato la senior fellow di uno dei più importanti think tank americani per discutere degli scenari per il...

Esteri13 ore ago

Biden ritira candidatura, Putin osserva e aspetta:...

Il Cremlino apparentemente disinteressato dopo la svolta Joe Biden si ritira dalle elezioni Usa 2024 e Vladimir Putin osserva, apparentemente...

Esteri14 ore ago

La ‘pioniera’ Kamala Harris, chi è la vice di...

Prima vice donna alla Casa Bianca, prima donna di colore eletta procuratore distrettuale della California, poi prima donna attorney general...

Esteri14 ore ago

Biden rinuncia alla corsa alla Casa Bianca, ipotesi ricorsi...

Il monito (e la minaccia) di Mike Johnson, lo Speaker repubblicano della Camera Dopo l'annuncio del ritiro di Joe Biden...

Esteri14 ore ago

Biden ritira la candidatura, nel 1968 il passo indietro di...

Non è il primo presidente a compiere il passo indietro Joe Biden ritira la candidatura per le elezioni del 5...

Ultima ora14 ore ago

Biden si ritira, chi sfida Donald Trump? Cosa succede ora

Il presidente esprime il sostegno a Kamala Harris, ma la candidatura della vicepresidente non è scontata Joe Biden ritira la...

Sport14 ore ago

Per Pogacar doppietta Giro-Tour, i precedenti

Ancora un accostamento tra il campione sloveno e Marco Pantani Ancora un accostamento tra Tadej Pogacar e Marco Pantani, dopo...