Connect with us

Turismo

L’arena del Colosseo di Roma ricostruita entro il 2023

Published

on

A Roma, il Ministero della Cultura italiano ha appena svelato un progetto per la ricostruzione dell’arena del Colosseo. Si propone di ricreare un pavimento, rimovibile, realizzato con doghe di legno, sopra i ruderi dei passaggi sotterranei attualmente aperti.

Il Colosseo tornerà ad avere la sua arena. Dopo anni di studi è stato proclamato il progetto vincitore. Sarà reversibile, consentirà di visitare i sotterranei e di vedere la maestosità del Colosseo dal centro, come è stato per secoli sino a fine ‘800. Questo piano permetterà ai visitatori, ai turisti, ai cittadini, di osservare il Colosseo dal centro, come si vede da secoli. Fino al 1.800 c’era un pavimento in questa arena“, sottolinea Dario Franceschini, Ministro della Cultura.

Attualmente, i visitatori possono ammirare le rovine dietro le quinte del Colosseo, dove i romani venivano a guardare i combattimenti dei gladiatori e altri giochi circensi. A parte una piccola pedana, non c’è più terreno, da qui questo progetto presentato da un’azienda di ingegneri milanesi. Una struttura leggera, interamente sfoderabile, rivestita con un legno molto resistente, che permetterà di camminare, vivere e respirare un’atmosfera d’altri tempi.

Il progetto faraonico, pubblicato nel 2015 con un finanziamento di 18,5 milioni di euro, è stato proficuamente aggiudicato dalla “Milan Ingegneria” che realizzerà questa prodigiosa struttura reversibile. Una pavimentazione di legno con sistema di pannelli ad anima di carbonio ruotanti, garantendo una vista permanente sui suggestivi sotterranei, garantendo anche il ricircolo d’aria dell’ambiente ipogeo.

I lavori di ricostruzione dovrebbero iniziare all’inizio del 2022 al più tardi per essere completati nel 2023. Per il Ministero della Cultura, non si tratta di trasformare il Colosseo, il più grande Anfiteatro del mondo, l’Amphitheatrum Flavium, in una “Sala per spettacoli” ma rivalorizzarlo in quel luogo degno d’essere vissuto ieri, oggi, domani e sempre.

Verso sera ci recammo al Colosseo, era già quasi buio… Quando si contempla una cosa simile, tutto il resto appare un’inezia… È così grande che la mente non riesce a comprenderlo in sé, piccola è l’immagine che la memoria ne serba e, quando si torna a vederlo, fa l’effetto d’esser più grande di prima…” (Johann Wolfgang Goethe)

Una sofisticata esperta in viaggi, turismo e tempo libero, che esplora con passione le frontiere del settore turistico per fornire ai nostri lettori intuizioni uniche e consigli preziosi. Con una profonda conoscenza che va dalle destinazioni esotiche alle gemme nascoste locali, la sua competenza è indispensabile per chi cerca di trasformare ogni viaggio in un’esperienza memorabile. Le sue analisi ricche di sfumature e le sue raccomandazioni su misura sono fondamentali per offrire un panorama completo di tutto ciò che il mondo del turismo ha da offrire.

Continue Reading

Turismo

EasyJet: Inaugurazione storica a Salerno e nuove rotte...

Published

on

L’11 luglio 2023 segna una data memorabile per l’aeroporto di Salerno-Costa d’Amalfi, che ha accolto il primo volo inaugurale di easyJet proveniente da Milano-Malpensa. Questo evento, salutato con entusiasmo dal presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, segna l’inizio di una nuova era di connettività per la regione.

Fondata nel 1995 dall’illustre imprenditore Stelios Haji-Ioannou, easyJet ha rivoluzionato il settore dei voli low-cost con la missione di rendere il volo accessibile a tutti. Il primo volo della compagnia, decollato il 10 novembre 1995 da Luton verso Glasgow, ha segnato l’inizio di una storia di successo fondata su innovazione e semplicità. L’introduzione delle prenotazioni online nel 1998 ha ulteriormente semplificato l’acquisto dei biglietti, ampliando la base di clienti. L’acquisizione di Go Fly nel 2002 ha consolidato la presenza di easyJet in Europa, rafforzando la sua posizione di leader nel mercato delle compagnie aeree low-cost. Questa mossa ha permesso alla compagnia di espandere le rotte e migliorare i servizi offerti.

La riapertura dell’aeroporto di Salerno-Costa d’Amalfi rappresenta un simbolo di rinascita e opportunità. EasyJet, con la sua storia di innovazione e accessibilità, dimostra che viaggiare arricchisce l’anima e apre la mente. Grazie al suo impegno, milioni di persone possono volare mantenendo alti standard di sicurezza e servizio.

Quest’estate, easyJet offrirà circa 50 mila posti per viaggiare da e per Salerno, con frequenze settimanali che collegano Milano-Malpensa e altre destinazioni internazionali. Dal 12 luglio sono partiti i collegamenti verso Basilea, Ginevra e Berlino, seguiti il 13 luglio dal volo inaugurale da Londra-Gatwick. È già prevista l’estensione del volo per Milano anche per la stagione invernale.

Da quasi venticinque anni, easyJet opera in Campania, rafforzata dall’apertura di una base a Napoli nel 2015. Con l’aggiunta di cinque nuove rotte da Salerno, easyJet aumenterà la capacità totale a quasi tre milioni di posti per l’estate, offrendo 50 rotte verso 13 Paesi e consolidando ulteriormente la sua rilevanza strategica nel panorama dell’aviazione europea.

Ogni decollo è un canto di libertà, ogni atterraggio una promessa di nuovi inizi. Come viaggiatori, possiamo sempre ricordare che ogni viaggio è un’opportunità per crescere, imparare e amare di più il mondo e gli altri. Grazie a easyJet, possiamo sognare e volare più in alto, con la consapevolezza che il mondo è più vicino e accessibile.

Il volo inaugurale di easyJet da Milano a Salerno incarna la poesia del viaggio, intrecciando cieli e cuori in un’armoniosa sinfonia. Ogni partenza è un’ode alla libertà, ogni arrivo una promessa di nuovi orizzonti. Grazie a easyJet, il cielo diventa un maestoso ponte che avvicina anime e culture, trasformando ogni volo in un’esperienza di raffinata bellezza e profonda connessione umana.

Ogni decollo con easyJet è come il levarsi di un’aurora che illumina i nostri sogni, ogni atterraggio è il dolce abbraccio di avventure inedite… In questo viaggio tra le nuvole e le stelle, scopriamo che volare non è solo spostarsi da un luogo all’altro, ma è un risveglio del cuore, un’esplorazione unica dell’anima… Grazie a easyJet, possiamo vivere l’incanto del mondo con occhi sempre nuovi, trasportati sulle sue magiche ali di poesia e meraviglia…“(AnnA Del Bene)

Continue Reading

Attualità

Roma celebra l’innovazione con i nuovi...

Published

on

Nel cuore pulsante della Capitale Italiana, un’epoca nuova di gestione dei rifiuti prende forma con l’arrivo dei moderni cestini “Cestò”. Questi eleganti contenitori sostituiranno i modelli precedenti, aumentando la loro presenza sulle strade cittadine a ben 18.000 unità, triplicando così la loro distribuzione attuale. Il nome stesso, “Cestò”, un brillante gioco di parole dialettale, riflette con calore l’inclusione di questi nuovi guardiani della pulizia urbana.

Origini del nome “Cestò”

Il nome “Cestò” deriva dal dialetto romanesco, giocando con l’espressione che significa letteralmente “ce sta” (ci sta) in italiano standard. Questo nome non solo rievoca la parlata locale, ma sottolinea anche la presenza essenziale di questi cestini nelle strade di Roma, come parte integrante del paesaggio urbano. La scelta del nome è un omaggio affettuoso alla cultura e alla storia della città, confermando l’identità romana di questo nuovo elemento di infrastruttura urbana.

Ispirato al design iconico introdotto durante il Giubileo del 2000, il nuovo “Cestò” combina estetica e funzionalità con materiali ignifughi e antideflagranti, garantendo sicurezza e resistenza, in linea con le più severe normative antiterrorismo. La scelta del polietilene ad alta densità (HDPE), un materiale leggero, riciclato e riciclabile, dimostra un impegno verso la sostenibilità ambientale, ponendo Roma all’avanguardia nella gestione responsabile dei rifiuti urbani.

La presentazione ufficiale del piano di posizionamento, avvenuta il 25 giugno in via dei Fori Imperiali, ha visto la partecipazione illustre del sindaco Roberto Gualtieri, dell’assessora ai Rifiuti Sabrina Alfonsi, del presidente di Ama Bruno Manzi e del direttore generale Alessandro Filippi. Le prime installazioni si concentreranno strategicamente nelle aree di San Pietro, Colosseo, piazza Venezia e Fori Imperiali, aumentando significativamente la disponibilità dei cestini del 70% in queste località chiave.

Il programma prevede l’installazione di ulteriori 2.800 cestini nei municipi I e VIII entro la fine di agosto, con una distribuzione graduale per tutti i municipi entro dicembre, in coincidenza con l’inizio del Giubileo. I cestini rimossi, ma ancora funzionali, saranno conservati per eventuali necessità future o eventi speciali, dimostrando un approccio olistico e proattivo nella gestione degli spazi urbani.

In parallelo, è stata avviata una campagna di comunicazione integrata per educare i residenti e i visitatori sull’importanza dell’utilizzo corretto dei nuovi “Cestò”. Il sindaco Gualtieri ha enfatizzato che tutti i cestini sono realizzati con materiali riciclati e monitorati attraverso un sistema georeferenziale avanzato, garantendo un servizio efficiente e responsabile.

Un ritorno alle origini: la gestione dei rifiuti nell’Antica Roma

Quest’iniziativa contemporanea offre un’opportunità unica di confrontare l’attuale gestione dei rifiuti con i metodi antichi dell’Impero Romano. Sebbene le strade romane fossero tenute pulite dai “coponii” o “quararii”, la gestione dei rifiuti all’epoca era primitiva rispetto agli standard moderni, con scarti spesso gettati nelle vie o nei fiumi, creando problematiche igieniche e di salute pubblica. Il contrasto con l’approccio tecnologico e sostenibile attuale evidenzia il progresso significativo verso una città più pulita e sicura.

Una città impeccabile: segno di civiltà e rispetto

L’introduzione dei nuovi “Cestò” a Roma rappresenta non solo un miglioramento nella gestione dei rifiuti, ma un impegno tangibile verso una città impreziosita dalla sua storia millenaria. Ogni “Cestò” invita i cittadini e i visitatori a custodire la bellezza e l’eredità culturale di Roma, contribuendo attivamente alla sua conservazione e vivibilità quotidiana. La cura di Roma è un atto di amore e rispetto, riflettendo l’impegno collettivo verso una coesistenza civile e sostenibile, testimoniando che il progresso civile non è solo ciò che costruiamo, ma anche come preserviamo e proteggiamo.

I Cestò a Roma sono come note di una sinfonia antica, tessute tra le pietre millenarie della Città Eterna… Ogni Cestò, con la sua semplice presenza, riverbera un’ode alla bellezza e alla storia che pervadono ogni angolo di questa città eterna… È un invito poetico a custodire con amore e rispetto il tesoro di Roma, preservando la sua magia per le fortunate future generazioni…” (AnnA Del Bene)

Continue Reading

Attualità

Nuova “Casa dell’Acqua” inaugurata a...

Published

on

Il giorno 12 giugno si è distinto nel calendario di Roma per l’avvio di un servizio che si prefigge di rivoluzionare l’approccio alla risorsa idrica nella capitale: è stata inaugurata una nuova Casa dell’Acqua. Questo particolare punto di erogazione si trova vicino alla Via Sacra, un luogo carico di storia, che funge da connessione vitale tra il Colosseo e il Foro Romano, due dei più significativi siti archeologici della città. Questo nuovo impianto si inserisce all’interno di una più ampia visione ambientale del gruppo Acea, avviata una decade fa, mirata a sensibilizzare la popolazione e i numerosi visitatori sulle tematiche del risparmio idrico e della sostenibilità. L’obiettivo di tale iniziativa è doppio: da un lato, stimolare una maggiore coscienza nell’uso dell’acqua, dall’altro, promuovere attivamente l’abbandono delle bottiglie di plastica monouso a favore di soluzioni più sostenibili come i contenitori riutilizzabili.

Decennale del progetto Casa dell’Acqua: tecnologia e tradizione

Le Case dell’Acqua rappresentano una moderna evoluzione delle storiche fontane di Roma, coniugando tradizione e innovazione tecnologica. Oltre alla distribuzione di acqua naturale e frizzante, queste strutture offrono servizi aggiuntivi quali prese di alimentazione elettrica per la ricarica di dispositivi mobili e la geolocalizzazione tramite l’app Acea Waidy Wow. Questa applicazione permette agli utenti, tra le altre cose, di monitorare il proprio livello di idratazione.

Un network in espansione

Da Roma, il progetto si è esteso in altre regioni quali Lazio, Toscana, Umbria, Campania e Molise. Ad oggi, il gruppo Acea gestisce circa 430 Case dell’Acqua, che distribuiscono gratuitamente oltre 110 milioni di litri d’acqua all’anno. L’espansione di questo network promuove la riduzione dei rifiuti plastici grazie all’uso di contenitori ricaricabili.

Commenti istituzionali sull’inaugurazione

Ornella Segnalini, assessora ai Lavori pubblici di Roma Capitale, ha espressamente lodato l’inaugurazione della nuova casetta dell’acqua, ricordando che solo due mesi fa sono stati installati tre nuovi nasoni nell’area del Colosseo. L’apertura della nuova Casa dell’Acqua rappresenta un ulteriore impegno verso la modernizzazione e l’ecosostenibilità.

Barbara Marinali, presidente del gruppo Acea, ha evidenziato l’importanza del decennale del progetto, sottolineando come esso risponda alle esigenze del territorio e della popolazione locale e dei visitatori, specie in previsione del prossimo Giubileo. All’evento è stata presente anche la vicepresidente del I municipio Alessandra Sermoneta.

L’impegno del Parco Archeologico del Colosseo

Alfonsina Russo, direttrice del Parco Archeologico del Colosseo, ha rimarcato l’integrazione di queste iniziative nel progetto PArCo Green, evidenziando come l’eco-sostenibilità rappresenti un obiettivo prioritario per il Parco. Questa sinergia tra il progetto delle Case dell’Acqua e le politiche ambientali del Parco Archeologico del Colosseo illustra un modello di gestione del patrimonio culturale che tiene conto della sostenibilità ambientale.

L’apertura della nuova Casa dell’Acqua di Roma è un esempio emblematico di come le infrastrutture moderne possano integrarsi armoniosamente con il contesto storico e culturale di una città, contribuendo al contempo alla salvaguardia ambientale e alla qualità della vita urbana. Questo progetto offre una risorsa preziosa per i residenti e i visitatori, sottolineando anche l’importanza di politiche ambientali proattive in contesti urbani densamente popolati e ricchi di storia.

Con ogni nuova Casa dell’Acqua inaugurata, rafforziamo il nostro impegno verso un futuro in cui la sostenibilità ambientale e la salvaguardia delle risorse idriche diventano pilastri fondamentali nella costruzione di una comunità più consapevole e responsabile.” — Anna Del Bene

Continue Reading

Ultime notizie

Economia50 minuti ago

Cinghiali, Lollobrigida: “Anche l’esercito...

"I cinghiali sono il veicolo principale di trasmissione della peste suina africana" Anche l'esercito in campo contro la "proliferazione indiscriminata...

Lavoro1 ora ago

La storia di Federico Nessi: “Passaggio generazionale...

Vincitore del premio 'Di Padre in Figlio-il gusto di fare impresa' Il tema del passaggio generazionale è all'ordine del giorno...

Immediapress1 ora ago

Decima edizione di Utility Day: the transforming landscape...

Torna l’evento organizzato da IKN, tra i più importanti del settore. Speaker d’eccezione e tutte le principali aziende del settore,...

Demografica1 ora ago

Screening gratuiti per tumore alla prostata, Lombardia...

La Lombardia sarà la prima regione a prevedere gli screening gratuiti per il tumore alla prostata. Con la campagna di...

Immediapress2 ore ago

Al supermercato COOP di Zola Predosa al via la raccolta di...

Nello spazio antistante al negozio della Cooperativa in Via Delle Officine, 27, ubicato l’ecocompattatore Coripet per il bottle to bottle....

Cronaca2 ore ago

Caldo e Covid, bollino rosso per anziani e fragili

Migliore (Fiaso): "Monitoraggio attivo per evitare scompensi e accessi in pronto soccorso" "Caldo e Covid, è bollino rosso per anziani...

Salute e Benessere2 ore ago

Scoperta proteina dell’invecchiamento, spegnerla...

L'elisir di longevità potrebbe essere una terapia che spegne l'interleuchina 11 (IL 11), un mediatore dell'infiammazione identificato come proteina dell'invecchiamento....

Tecnologia2 ore ago

Guasto informatico mondiale, cosa succede

Problemi a banche, treni, voli e società di telecomunicazioni Un guasto informatico mondiale oggi sta creando problemi a banche, treni,...

Cronaca2 ore ago

Sanità, al via il progetto Sis-Net: reti cliniche contro...

Coordinato dall'università di Palermo è finanziato con fondi del Pnrr emanati da Iss Ha l'obiettivo di creare reti cliniche di...

Esteri2 ore ago

Trump: “Sono sopravvissuto perché avevo Dio dalla mia...

Lo ha detto nel discorso con cui ha accettato la nomination repubblicana All'attentato "sono sopravvissuto perché avevo Dio dalla mia...

Lavoro2 ore ago

Pesca: tra granchio blu e vermocane pescatori ‘al...

E' allarme per le marinerie italiane da Nord a Sud secondo la 'mappa' tracciata da Confcooperative Fedagripesca: danni alle reti,...

Spettacolo2 ore ago

Ascolti tv, Temptation Island vince ancora

Secondo gradino del podio per 'Noos – L’avventura della conoscenza', terzo per 'In Onda' Prime time di ieri sera a...

Economia2 ore ago

Moby, entro prossima settimana ripristino Santa Teresa...

Il Gruppo Moby informa che il regolare ripristino della linea Santa Teresa – Bonifacio "sarà effettuato entro la prossima settimana....

Immediapress2 ore ago

Servier earns the Best Place to Work certification in...

BUDAPEST, HUNGARY - Media OutReach Newswire - 19 July 2024 - Servier Hungary, a leading pharmaceutical company dedicated to improving...

Cronaca2 ore ago

Morte Singh, difesa Lovato rinuncia a Riesame:...

Chiesto incontro con inquirenti per risarcimento a familiari della vittima La difesa di Antonio Lovato, il titolare dell’azienda agricola di...

Ultima ora2 ore ago

Aerei in ritardo oggi per down Microsoft, a rischio orari...

I messaggi delle compagnie: "In aeroporto almeno 3 ore prima del decollo" Il down informatico mondiale, con Microsoft sotto i...

Demografica2 ore ago

“Come si fa a vivere con 4.000 euro al mese?”, Briatore fa...

“Come fa una famiglia di quattro persone a vivere con 4.000 euro al mese?” si chiede Flavio Briatore. “Ad avercene!”...

Immediapress2 ore ago

Sfide e soluzioni per la cloud workload security

Milano, 19 luglio 2024. Con la crescente migrazione delle aziende verso il cloud, garantire la sicurezza dei workload è diventata...

Economia3 ore ago

Gestione aziendale: trend e dati per restare sempre...

in collaborazione con: Leolytics I cambiamenti rientrano a pieno titolo tra le principali variabili che influenzano i mercati di riferimento...

Cronaca3 ore ago

Treni caos, oggi ritardi per guasto: cambiano orari Alta...

Un problema sulla rete nel nodo di Firenze Ritardi per i treni oggi in Italia, in particolare in relazione al...